Utente 235XXX
Buana sera a tutti.
Ho 32 anni e durante l’estate del 2010 mi è capitato di avere delle perdite di sangue con l’eiaculazione, il problema si è risolto da solo nel giro di circa una settimana senza alcun esito tanto da non spingermi nemmeno ad un controllo medico. Il problema però si è riverificato nuovamente durante l’ultima estate per poi ripetersi a settembre. A seguito di una visita andrologica mi sono stati fatti fare urinocultura con antibiogramma, spermiocultura con antibiogramma ed ecografia addominale completa e della prostata in particolare. Tutti gli accertamenti hanno dato esito negativo, l’unico esito di un problema lo ha mostrato l’eco alla prostata: “ecostruttura finemente disomogenea per la presenza di qualche micro-area fibro-calcifica da esiti flogistici”.
Al ripresentarsi delle perdite di sangue mi è sato detto di prendere un antibiotico ed infatti il problema del sangue è sparito, ma al suo posto ne è sorto un altro: lo sperma infatti ha cambiato colore ed ora è di un colorito giallastro a volte ambrato altre con riflessi quasi tendenti al verde.
Premetto che non ci sono altri sintomi e che in concomitanza di questo problema negli ultimi giorni, a causa di una influenza, ho fatto anche un ciclo completo di amoxicillina che non ha minimamente influito su questo problema.

sarebbe magari il caso di ripetere la spermiocultura?

Anticipatamente vi ringrazio.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
salve.
si direi che l'idea è buona. la associerei ad un esame seminale in centro specializzato per la verifica della presenza di leucociti nello sperma.
cordialmente
[#2] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
caro utente come leavranno spiegato l'emospermia o cmq una variazione del colore del liquido seminale sono strettamente legati alla presenza di un infiammazione alla prostata, una spermiocoltura può essere indicata, ma va cmq associata ad una visita urologica in modo da impostare una terapia più mirata a tenere in salute la sua prostata.