Utente 534XXX
Salve,
vorrei avere un consiglio su quale tecnica utilizzare per eliminare in maniera definitiva dei peli radi che presento in alcune zone della schiena (sopprattutto gran dorsale e trapezio). Stavo pensando all' elettrocoagulazione, sia perchè il n° di peli non è effettivamente elevato,come pure l'area da trattare, sia perchè vorrei evitare di procedere alla rasatura della zona da trattare, come si procede con la luce pulsata in modo da evitare la possibile crescita di nuovi peli da zone in cui è presente una leggera peluria non esteticamente rilevante.
In attesa di una Vostra gentile risposta vi porgo cordiali saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gent. utente,
se vuole davvero effettuare una depilazione definitiva, si affidi ad un Medico esperto e che faccia uso di laser (i più efficaci in questo senso sono l'Alessandrite, il Diodo e il Nd-Yag).
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Dr. Domenico Laquintana
24% attività
0% attualità
12% socialità
TROIA (FG)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Confermo quanto le consigliava il collega Marcolongo. I laser più adatti al suo caso sono quelli citati.

Anche per il laser è consigliabile, per una maggior efficacia, la preventiva rasatura dei peli nella zona da trattare. In alternativa può essere usata una crema depilatoria mentre è sempre controindicata la depilazione con ceretta nelle settimane che precedono la seduta di terapia laser.

Dalla sua domanda deduco che lei sia preoccupato dal fatto che radendo anche i peli piccoli, essi possano ricrescere più rubusti. In effetti però non è così: abbiamo l'impressione che la situazione venga peggiorata dalla rasatura perchè il pelo (che non stato strappato ma solo accorciato) emerge non con la consueta punta sottile ma col fusto nel punto tagliato.

Usi il rasoio senza preoccuparsi e si affidi ad un medico che sia esperto in queste tecniche di fotoepilazione. Dopo una serie di 5-7 sedute otterrà la scomparsa dell'80% dei peli (risultato che verrà mantenuto con singole sedute negli anni successivi).

La depilazione nel maschio è anche una battaglia contro gli ormoni ed a volte sono necessarie più sedute della normale media.

Spero di esserle stato di qualche aiuto.
Cordiali saluti.

[#3] dopo  
Utente 534XXX

Iscritto dal 2008
Ringrazio entrambi per le Vostre risposte. Vorrei sapere ancora, che differenza c'è tra luce pulsata e laser?
[#4] dopo  
Dr. Domenico Laquintana
24% attività
0% attualità
12% socialità
TROIA (FG)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
E' una differenza sostanziale.

Il raggio laser è caratterizzato dal fatto di essere una radiazione con un solo tipo di lunghezza d'onda. La luce (quella visibile come quella infrarossa o ultravioletta) è composta da varie lunghezze d'onda: semplificando in modo estremo potremmo dire che esiste una lunghezza d'onda per la luce di colore rosso, una per il verde, una per il blu, ecc.
La luce di un laser è "di un solo colore". Ad esempio un laser KTP è di colore verde.

Questo implica che quando il raggio laser colpisce un tessuto, ad esempio la pelle, esso riesce ad essere selettivo per il bersaglio che vogliamo colpire: un laser della lunghezza d'onda giusta per la melanina colpirà il pelo senza creare danni alla cute circostante (così come un laser mirato sull'emoglobina colpirà un capillare venoso sotto pelle senza danneggiare quest'ultima).

La luce pulsata non è un laser: non è costituita da una sola lunghezza d'onda ma da un filtro che applicato su una comuna lampada incandescente permette di far uscire solo una certa quantità di lunghezze d'onda (ma non una sola).
E' quindi meno selettiva e colpisce in maniera indesiderata anche alcune strutture cutanee che non sono scopo della terapia.

Anticipo la sua prossima domanda: qual è lo strumento più indicato per la depilazione?

Il laser è quello più sicuro ed è l'unico utilizzabile sulle persone con fototipo scuro (carnagione olivastra).
La luce pulsata è un tipo di terapia "meno pregiata" ma ha buoni risultati nel caso di fototipo molto chiaro (il biondo dei paesi del nord), casi in cui il laser non è altrettanto efficace.

Se non sono stato sufficientemente chiaro, mi consideri a disposizione per altri chiarimenti.
[#5] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gent. utente,

nulla da aggiungere, alla esaustiva risposta data dal collega Laquintana, sul sistema laser e quello a luce pulsata caratterizzati da meccanismi fisici differenti...ma entrambi idonei ad interagire con specifici bersagli cutanei, tra i quali il follicolo pilifero.
Generalmente, è difficile stabilire se sia meglio la luce pulsata ad alta intensità (IPL) o il laser trattare i peli indesiderati. In letteratura mondiale, sono stati pubblicati vari lavori scientifici che dimostrano risultati simili tra i sistemi a luce pulsata e i laser, quali l'alessandrite, il diodo, Nd-YAG.
Una corretta diagnosi (fototipo della persona, tipologia del pelo da trattare come il colore, il diametro del fusto e la densità pilifera) ed il corretto settaggio della strumentazione sono elementi fondamentali per un'epilazione permanente ottimale.
Pertanto, non tutti i sistemi a luce pulsata e non tutti i laser sono tra loro uguali e necessitano di impostazioni differenti, personalizzandoli in base alle caratteristiche tecniche delle varie apparecchiature, che solo un Medico esperto e ben preparato nel settore può valutare e consigliare.

Cordialmente.

[#6] dopo  
Utente 534XXX

Iscritto dal 2008
Grazie ancora ad entrambi per le solerti risposte. Ma nel caso di peli veramente radi ( ad esempio una 50 ),una tecnica come l'elettrocoagulazione che è presente da più tempo rispetto alle due metodiche precedentemente citate, ha la possibilità in una o due sedute di risolvere il problema? Vivendo a Cagliari inoltre mi potreste consigliare un Vostro collega o un Centro che pratica queste metodiche ?
[#7] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gent. utente,
il fatto che l'elettrocoagulazione sia presente da tantissimi anni non significa che sia la tecnica migliore per ottenere l'eliminazione "definitiva" dei peli. E' vero che essa è estremamente rapida e relativamente poco dolorosa, ma non scevra da rischi cicatriziali! Infatti, un'emissione di corrente troppo elevata, l'esperienza dell'operatore ed il corretto posizionamento dell'elettrodo-ago nel canale pilifero dovrebbero garantire la coagulazione delle cellule del follicolo pilifero e la sua conseguente "morte". Ma questo non sempre o quasi mai è possibile, prolungando notevomente il numero di sedute ed ottenendo così risultati non permanenti!
Per quanto riguarda nominativi di Colleghi o Centri Medici, da questa nostra postazione e per le nostre Linee Guida non è consentito dare alcuna indicazione. Può, se vuole, consultare gli iscritti a questo sito e presenti nella Sua zona.
Tanti cari auguri.
[#8] dopo  
Dr. Domenico Laquintana
24% attività
0% attualità
12% socialità
TROIA (FG)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Concordo pienamente col dottor Marcolongo sul giudizio circa l'elettrocoagulazione.

Una cinquantina di peli su una schiena maschile sono davvero un numero bassissimo. Questo chiaramente farà richiedere sedute brevissime e del tutto confortevoli, qualsiasi tecnica si decida di usare.

Mi permetto però di avvertirla che pur trattandosi di soli pochi peli il numero di sedute necessarie sarà comunque di almeno 5-7.

Questo deriva dal fatto che non tutti i peli sono presenti sulla nostra pelle nello stesso stadio: alcuni di essi saranno in fase di crescita (viene definita fase "anagen") altri saranno in fase di decadimento ( "catagen") ed altri sono in una fase di riposo che precede la caduta ("telogen").

La fotoepilazione colpisce in maniera efficace (cioè senza che poi ricrescano) solo i peli in fase anagen: essi rappresentano il 20-30% dei peli presenti.

Concludendo, pur trattandosi di pochi peli, l'efficacia su di essi in ogni seduta sarà del 20-30%.

Acquisita questa semplice nozione si eviterà la delusione del paziente nel vedere la terapia non subito efficace (anche con un numero di peli così esiguo da farci immaginare una risoluzione rapidissima).
[#9] dopo  
Utente 534XXX

Iscritto dal 2008
Grazie ancora dei consigli,
Cordiali saluti