Utente 235XXX
salve e vi ringrazio anticipatamente,vi descivo ma mia storia clinica:a seguito di aver trascorso circa 30 notti alla sedia per assistere un mio caro 8 anni fa,mi comparve un gonfiore sul posteriore dei ginocchi in parte prevalente il sx e marginalmente al dx il tutto accompagnato da tendinite della zampa d'oca e delle inserzioni tendinei coscia posti nel cavo popliteo e addormentamento della coscia superiore in fase di chiusura ginocchi nella parte sx.indagini ecografiche di ginocchia e tratto sacro lombere ne ho fatte almeno un paio per tipo rm pure evidenziando buoni i legamenti delle ginocchia con frastagliamento della cartilagine e bulding discale in zona sacrale.da li e incominciato il mio calvario che mi porto ancora dietro,visite specialistiche per la tendinite,cura della stessa con percorso 5 fisioterapico laser,ozono terapia,cortisone,hanno risolto quasi subito le tendiniti,ma la tumefazione poplitea non ha fatto una piega nel corso di questi anni rimanendo attiva e dandomi fastidi di tipo non potere stare seduto per piu di 15 minuti,se sto seduto come per esempio in auto avverto il gonfiore della tumefazione politea,sottoponendo il caso al mio medico curante aveva ipotizzato cisti di baker e effettuato ecografia si e' avuto l'esclusione.e il mio problema e sempre uguale.se capita dei periodi in cui sono particolarmente attivo nel mio lavoro che consiste nello stare all'inpiedi quasi mi dimentico di questo fastidio ma ci vuole poco per ricordarmelo basta sedermi mezza ora.nel corso di questi anni mi sono fatto io un idea tipo che qualcosa ostruisce il flusso snguigno,e manifestato la mia impressione al mio medico mi dice sempre che e dovuto a consumo della cartilagine e cose simili. ma mi chiedo da paziente come e possibile che a dir del mio medico stando seduto a completo riposo io sento dei fastidi nella zona posteriore del ginocchio?e poi ancor piu mi insospettisce propio dove avverto il fastidio zona poplitea rispettivamente per ogni retro ginocchio un nodulino apprezabile al tatto della grandezza di una nocciolina che e coperta dall'area tumefatta e che a volte sembra avere la febbre tale zona.sono disperato ma navigando in rete ho trovato qualcosa che mi pare assomigli parlo da paziente chiaramente come stenosi occlusione dei vasi poplitei vi prego aiutatemi grazie.
[#1] dopo  
Dr. Enrico Cappello
20% attività
0% attualità
8% socialità
VAIRANO PATENORA (CE)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2011
gentile signore,
il caso da lei esposto e la sintomatologia riferita non sembra di origine vascolare. esistono patologie arteriose e venose poplitee,ma non comportano i disturbi che lei riferisce.Iin ogni caso per escludere una patologia vascolare andrebbe visitato da uno specialista e dovrebbe eseguire un ecocolordoppler per escludere dilatazioni arteriose poplitee post traumatiche.