Utente 139XXX
Gentilissimi dottori vi espongo il seguente caso:
Mia moglie 51enne ha fatto ecografia addominale nel corso della quale le è stata diagnosticata una quasi certa insufficienza cardiaca.
Si è sottoposta a visita cardiologia e dal'elettrocardiogramma non si è avuto tale riscontro, per cui le è stato prescritto ecodoppler.
L'ecodoppler infine ha confermato presenza di piccola insufficienza cardiaca.
Vi chiedo se tale disfunzione deve destare grande preoccupazione, se è possibile combatterla e in che modo, se può continuare a fare una vita normale soprattutto dal punto di vista fisico e sportivo.
Grazie a tutti voi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Russo
36% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,

Le consiglio di riportare il testo del referto dell' Ecocolordoppler cardiaco per poter avere indicazioni più precise circa l'entità del problema.
[#2] dopo  
Utente 139XXX

Iscritto dal 2009
gentilissimo dottor Russo le riporto di seguito il testo da lei richiesto:
pericardio normale
ventricolo dx normali le dimensioni e la cinetica delle pareti.
valvola tricuspide normale l'anatomia ecocardiografica dell'apparecchio tricuspidalico, normale il movimento delle cuspidi
atrio dx normale valvola polmonare e arterio polmonare normale morfologia e movimento delle semilunari polmonari
normale arteria polmonare e i suoi rami.
Conclusione:
minima dilatazione del bulbo aortico con insufficienza lieve di valvola morfologicamente tricuspide.
ventricolo sx regolare per dimensione ed indici di funzione di pompa.
Grazie ancora carissimo dottor Russo.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Russo
36% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Gentile Amico,

il referto conferma che sua moglie non è affetta da "insufficienza cardiaca" (condizione grave), bensì da "insufficienza valvolare aortica di grado lieve".

In questi casi è opportuno monitorare la pressione arteriosa che dovrà essere sempre inferiore a 140/90 mmHg e ripetere l'esame ecocardiografico con una cadenza almeno annuale. Può praticare tranquillamente attività fisica e sportiva non agonistica.
[#4] dopo  
Utente 139XXX

Iscritto dal 2009
Carissimo dottor Russo chiedo scusa per il ritardo ma posso ringraziarla solo adesso, per il suo interessamento e per la risposta puntuale e dettagliata.
Adesso ci sentiamo più tranquilli, grazie, cordialità vivissime.
[#5] dopo  
Utente 139XXX

Iscritto dal 2009
Gentilissimo dottor Russo, mi scuso ma quando mia moglie ha fatto vedere il referto allo specialista questi le ha detto che può stare tranquilla, non sollevare pesi, ripetere esame ogni 2 anni.
Le ha anche detto però che nella peggiore delle ipotesi potrebbe rendersi necessario in futuro sostituire con protesi la valvola cardiaca e un tratto di aorta.
Secondo lei esistono molte probabilità che ciò accada a una persona di 51 anni con un referto simile?
Grazie ancora, cordialità vivissime.
[#6] dopo  
Dr. Vincenzo Russo
36% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Gentile Amico,

in medicina tutto è basato sul calcolo delle probabilità, come Le dicevo se tiene sotto controllo i fattori di rischio cardiovascolare e monitorizza con cadenza annuale la funzione valvolare, la probabilità che accada è bassa.
[#7] dopo  
Utente 139XXX

Iscritto dal 2009
Caro dottor Russo la ringraziamo ancora tantissimo per la risposta e la gentilezza, grazie alle sue parole ci sentiamo ancora più tranquilli, i suoi consigli saranno certamente seguiti.
Grazie di cuore, cordialità vivissime.