Utente 237XXX
salve,
durante una terapia antibiotica (augmentin), in seguito ad un rapporto orale con una ragazza, ho cominciato a presentare (ormai da qualche mese) alcune piccole ed isolate chiazze arrossate su glande e la parte interna del prepuzio, che non danno quasi nessun fastidio, tranne che per un leggero prurito avvertito soprattutto se un giorno capita di saltare una doccia...!!
ho quindi provato ad usare un detergente intimo femminile (chilly, più facilmente reperibile in casa) ed ho notato che l'arrossamento passava, così ho acquistato il saugella uomo...riscontrando il medesimo risultato...!! l'unico problema che appena interrompo la "terapia" il fastidio ricompare...!!
a cosa potrebbe essere dovuto...??
quello che ho scritto è bastevole per una diagnosi...??

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
salve.
per una diagnosi occorre una visita, le descrizioni non bastano mai.
sembrerebbe possibile che la terapia antibiotica abbia potuto favorire l'insorgere di una crescita batterica o fungina locale con conseguente irritazione.
un tampone locale potrebbe dirimere il dubbio e indirizzare la terapia.
cordialmente
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

spesso la mucosa del glande, in seguito a terapie antibiotiche che alterano la flora microbica e micotica genitale , in seguito a stimolazioni meccaniche...può andare incontro a stati irritativi che possono essere alleviati da una semplice condotta igienica non essendo espressione di chiara "malattia".
L'uso di creme e pomate varie spesso può indurre a ulteriori reazioni irritanti.
Utile un tampone uretrale per escludere infezioni dell'uretra
cari saluti