Utente 230XXX
Buonasera,
scrivo per mio marito di 67 anni che in seguito ad un infarto subito circa 5 anni fa con intervento di angioplastica e stent medicato, è in cura con Cardioaspirina e statine.
In seguito ad una TURV ha dovuto sospendere la Cardioaspirina parecchi giorni prima dell'intervento, ma nonostante questo ha avuto un'emorragia a poche ore dall' operazione. Alla dimissione gli è stata prescritta nuovamente la Cardioaspirina dopo 10 gg di Clexane 4.000, ma il medico di famiglia consiglierebbe di sostituirla con Plavix 75. Non avendo effettuato visita cardiologica, siamo fortemente perplessi sulla sostituzione . Chiedo gentilmente un vostro parere , grazie !

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il Clopidogrel (Plavix) e' un farmaco antiaggregante piastrinico, che agisce in maniera molto simile all 'aspirina, ma e' molto piu' potente ed efficace nel cardiopatico.
Cordialita'
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 230XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio per la sollecitudine della risposta e per la gentilezza. Mio marito da oggi riassumerà il Plavix che abbandonò ad un anno dall' infarto, ma se posso porle un'ultima domanda, i rischi di emorragie, vista la sua potenza, diventano maggiori ? Distint isaluti e di nuovo ringrazio!
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Qualsiasi terapia antiaggregante espone ad un certo rischio emorragico, ma considerando la patologia di base ovviamente il rischio maggiore di questo paziente e' ovviamente trombotico.
Arrivederci
cecchini
www.cecchinicuore.org