Utente 239XXX
Buongiorno,
vi scrivo circa un recente problema che si è aggravato nel corso degli ultimi giorni.
Circa 3 anni fa sono stato operato di varicocele (chiusura vena spermatica) e l'anno successivo di recidiva (sclerotizzazione).
Il varicocele è diminuito e posso dire di essere soddisfatto del risultato.

Recentemente (circa 3-4 settimane fa) ho notato negli istanti prima l'eiaculazione una sorta di costrizione/dolore piuttosto lieve e momentaneo in corrispondenza della zona inguinale sinistra (poco sopra la cicatrice dell'operazione di cui sopra).
Ieri mattina al risveglio ho sentito lo stesso dolore però più intenso con una ripercussione anche sulla punta del pene: piuttosto sensibile, con l'esigenza di mingere/eiaculare, una sensazione quindi di urgenza (non so spiegarlo diversamente). Il dolore va e viene ma ho notato che si presenta davanti a qualsiasi minimo desiderio o stimolo sessuale.
Sicuramente con l'inizio della settimana mi recherò dal medico di base ma volevo un vostro consiglio o parere come esperti.
Immagino possa c'entrare la prostata in tutto questo: magari una prostatite? L'astinenza sessuale di 7 giorni può essere sufficiente per creare tale infiammazione? Può esserci pertinenza con l'esperienza precedente di varicocele?

Vi ringrazio e Vi porgo i miei distinti saluti.

G.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettore,

è improbabile una pertinenza con gli interventi di varicocele. piuttosto ritengo fisiologico un minimo fastidio in zona di sutura chirurgica che di certo non è il dolore che lei riferisce.

è probabile ritenere il dato del dolore collegato con l'eiaculazione e con la punto del pene ricondubile alla prostata.

è opportuno un controllo medico.

cordialità