Utente 399XXX
Caro dottore sono qui per porle un problema che riguarda la mia ragazza.La mia ragazza ha 24 anni,e lavora in una macelleria.I suoi compiti sono quelli di preparare la carne,spezzarla,cuocerla,ecc.E' da circa cinque anni che fa questo lavoro,e gli piace molto.E' da qualche tempo pero' che lamenta dei dolori alla mano destra,che si irradiano fino alle dita.In alcuni giorni,di notte, il dolore diventa formicolio alle dita,e gli da molto fastidio.Il medico le ha consigliato di effettuare una "elettromiografia",sospettando che il dolore e il formicolio siano i sintomi di un tunnel carpale.Ieri siamo andati dal "neurofisiatra-nefrologo"che gli ha effettuato l'esame(con abbastanza dolore provato da parte della mia ragazza).Il dottore nelle sue conclusioni non ha riscontrato NESSUN danno ai nervi e NESSUN tunnel carpale al braccio.Questo da una parte ci ha rasserenato,ma dall'altra ci ha allarmato,dato che alla mia ragazza la mano fa male,e anche abbastanza.Il dottore poi ci ha spiegato che se i nervi fossero "rovinati" per un 2-3% l'esame non sarebbe riuscito a constatarlo,e ci ha anche detto che forse il problema poteve riguardare i tendini,(era pero' scettico)e che sarebbe stato possibile fare una ecografia,ma che non sarebbe servita quasi a nulla.A questo punto mi domando questo:cosa ha il braccio della mia ragazza??Se il dolore non dipende dai nervi,da cosa puo' dipendere? Quale sarebbe la cura migliore? Se puo' dottore mi dia una risposta!Grazie infinite!
[#1] dopo  
Dr. Michele Milano
44% attività
0% attualità
20% socialità
CINQUEFRONDI (RC)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
credo che le abbiamo adeguatamente risposto.
Non confonda la nefrologia con la neurologia.
La nefrologia studia i reni. La neurologia il sistema nervoso.
[#2] dopo  
Utente 399XXX

Iscritto dal 2007
Si scusate,ho sbagliato!!Comunque grazie mille per le vostre risposte!!