Utente 539XXX
Salve,
a seguito di un calcolo ureterale di 12mm sono stato sottoposto ad ureteroscopia con posizionamento di stent (14/01) e successivo trattamento ESWL (31/01).
Ora l'urologo mi ha prescritto una stratigrafia per vedere se il calcolo è stato frammentato ed espulso e delle analisi metaboliche.
Ho ritirato oggi gli esami prescritti e alcuni valori risultano sballati:

eGFR veloc.filtr.glomerulare: 113ml/min normale >90
uricemia: 4,69 mg/dl normale 2,60 - 7,20
creatinina: 0,81 mg/dl normale 0,85 - 1,19

ESAME URINE:
colore: giallo rossastro
aspetto: limpido
pH: 5,5 normale 5,5 - 6,5
peso specifico: 1.015 normale 1.015 - 1.025
glucosio: 0 mg/dl normale 0 - 10
proteine: 50 mg/dl normale 0 - 20
emoglobina: >1,13 mg/dl assente
corpi chetonici: 0 mg/dl assenti
bilirubina: 0 mg/dl assente
urobilinogeno: 0 mg/dl assente
nitriti: assenti
leucociti: assenti
Es. sedimento urinario (campo osservazione 25x): numerose emazie 20-40 x c.m.
Urinocoltura: negativa

fosfatasi alcalina: 73 U/L normale 30-120
calcemia: 9.98 mg/dl normale 8,8 - 10,6
magnesiemia: 2,12 mg/dl normale 1,8 - 2,6
fosforemia: 2,57 mg/dl normale 2,5 - 4,6
paratormone intatto: 22 pg/ml normale 15-88

Mi preoccupava principalmente il risultato delle proteine nelle urine; può essere una conseguenza del trattamento di litotrissia extracorporea o comunque collegato all'ematuria che a causa dello stent ancora spesso mi affligge? Da un'ecografia risulta che il calcolo non è stato frantumato, forse soltanto leggermente ridotto (10mm anzichè 12mm).
Dovrei fare altri esami di approfondimento?
Contestualmente al ricovero per l'intervento di ureteroscopia mi sono stati fatti parecchi controlli ed i risultati erano tutti nella norma.
Per quanto riguarda la creatinina il valore di 0,81 è preoccupante? (calcolando il valore GFR mi esce un risultato di 118 ml/min (78Kg x 31 anni, maschio) quindi nella norma)
Ad ogni modo anche prima dell'intervento e del trattamento ESWL tale valore è sempre stato intorno a 0,85, non noto uno scostamento eccessivo dal valore di riferimento...
Grazie anticipatamente per le risposte.
[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile Signore,
in una condizione come la sua, transitoriamente alterata dalla presenza del calcolo, dell'endoprotesi ureterale, del trattamento effettuato, dei farmaci eventualmente assunti ... (e chi più ne ha ...), è inevitabile che vi possano essere dei piccoli scostamenti dai valori normali e questo non deve assolutamente preoccupare. Piuttosto, considerato il fallimento dell'ureteroscopia e del successivo trattamento con le onde d'urto, ritengo che si debba al più presto decidere una soluzione alternativa per liberarla al più presto e definitivamente dallo sgradito ospite.

Saluti