Utente 240XXX
mia mamma (78 anni) dopo ricovero in ospedale per fibrillazione atriale una volta dimessa ha avuto questa cura da seguire:
lasex, bifril, lanoxin, cardacor, monaket e la cardioaspirina il suo cardiologo personale dopo una settmana ha fatto cambiare i farmaci questi sono farmaci :
lasix, cotareg, cardarone, nel frattempo dopo aver avuto un ATI durato una mezzora abbiamo aggiunto il cumadin, la sera prende il norvasc
e andata avanti cosi per una decina di giorni la pressione si è mantenuta costantemente sui 115, 120/60 adesso da due giorni e ritornata la fibrillazione lo noto quando gli misuro la pressione, le ripeto che prima il ritmo era normale regolare, domando basta solo il cardarone come farmaco o era meglio la cura che avevono assegnato in ospedale? faccio presente che la paziente è stata nel 2000 sottoposta ad intervento di bypass,

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Capirà bene che con questo mezzo, senza poter visitare direttamente il paziente, è impossibile porre qualunque diagnosi. Le consiglio vivamente di far visitare con sollecitudine Sua madre dal cardiologo di fiducia, che potrà agevolmente confermare l'eventuale ritorno dell'aritmia da fibrillazione atriale e prescrivere l'idonea terapia.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 240XXX

Iscritto dal 2012
grazie per il consiglio