Utente 242XXX
Gentili dottori,
Sono una ragazza di 20 anni e da circa 2-3 giorni avverto un formicolio alla mano sinistra,con leggero rigonfiamento della stessa,rispetto alla destra. Oltre a ciò avverto anche dolori ossei/muscolari , mal di testa, stanchezza e palpitazioni (avverto anche gastrite). Premettendo che sono un soggetto abbastanza ansioso e prima di chiedere consulto sul vostro portale, mi sono rivolta al mio medico di famiglia ed ad un altro dottore (sempre medico di base). Entrambi mi hanno sconsigliato di non fare un elettrocardiogramma perchè la pressione era apposto, e secondo il loro parere si trattava di semplice ansia/attacco di panico. Navigando su internet ho letto che con questi sintomi si andava incontro a malattie gravi come sclerosi multipla, encefalite virale, ecc. Oggi ho effettuato le analisi del sangue e attendo i risultati (con ansia).Avrei anche una domanda. Potrebbe trattarsi di cambiamento di stagione? Non trovando una sezione appropriata a tutti i miei sintomi mi sono rivolta a Cardiologia, scusandomi anticipatamente per un eventuale errore. Attendo vostre risposte. Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
il suo sintomo potrebbe esser un fenomeno del tutto benigno senza alcuna correlazione con patologie degne di nota da meritare solo una osservazione a distanza e giammai una prescrizione farmacologica.
Stia serena
[#2] dopo  
Utente 242XXX

Iscritto dal 2012
Grazie mille dottore,
stamane ho ricevuto gli esiti degli esami del sangue e sono tutti nella norma compreso il ferro. Potrebbe trattarsi di un problema cervicale o legato al nervo vago?E in questo caso,dovrei preoccuparmi?
La ringrazio ancora
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Stia serena, il fenomeno potrebbe esser transitorio e non aver correlazione con alcuna particolare patologia.