Utente 174XXX
Buongiorno,
sono una ragazza di 26 anni e circa 10 anni fa ho subito un'operazione per la rimozione di una cisti sacro coccigea con fistola che ha avuto una lunga e problematica cicatrizzazione. In questi 10 anni la parte operata è sempre rimasta "delicata", nel senso che la cicatrice si è diverse volte infiammata in seguito a situazioni in cui l'ho sottoposta a stress, rimanendo lungo tempo supina o facendo tanti addominali sdraiata sulla schiena, per esempio. In quei casi ho avvertito dolore e vedevo e sentivo la cicatrice "molle", come se ci fosse una fistolina, invece che chiara e asciutta ma applicando un pò di pomata alla calendula e prestando attenzione nei giorni successivi magari appoggiando il meno possibile la parte, il dolore passava e anche l'infiammazione rientrava. In un'occasione in cui il dolore non mi è passato così facilmente ho fatto una visita dal chirurgo (per altro lo stesso che mi operò 10 anni fa), lui mi consigliò di continuare con gli accorgimenti di sempre, di stare tranquilla e di abituarmi all'idea che, vista la posizione esposta della cicatrice, i fastidi sarebbero periodicamente tornati, quindi di stare attenta a non stressare troppo la parte ma che per il momento non c'era nessun tipo di intervento da fare. Nelle ultime due settimane, a seguito di attività sportiva, il fastidio è tornato e in un punto della cicatrice è comparsa una sorta di bollicina molle che mi ricorda molto la fistola che avevo avuto 10 anni fa. Sto cercando di tenere la parte pulita, medicata con calendula e non stressata ma il fastidio non passa. Se fosse una piccola fistola significa necessariamente che si è riformata una ciste? ci sono pomate o antinfiammatori che il medico di base potrebbe prescrivermi per far rientrare la presunta fistola visto che mi sembra piccola?Mi consigliate di andare a farmi visitare o continuando a non stressare la parte potrebbe risolversi tutto come è successo altre volte nel corso di questi 10 anni?Ovviamente vorrei evitare un secondo intervento. Grazie mille della risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Il problema potrebbe essere dovuto ad una recidiva del sinus pilonidalis ovvero della cosiddetta cisti sacrococcigea. Se così fosse sarebbe necessario ripetere l'intervento lasciando guarire la ferita per"seconda intenzione". Il consiglio pertanto è di sentire il parere di un altro chirurgo.