Utente 244XXX
Salve sono un uomo di 45 anni e da circa 3 mesi ho un pò di prurito sull'asta del pene con una macchietta bianca ed inoltre una chiazza bianca sul glande.Leggendo sul vostro sito,e visto la similitudine con i vari casi ho deciso di recarmi presso un dermatologo.Mi ha diagnosticato un lichen scleroatrofico in fase iniziale senza bisogno di fare biopsia perchè secondo il medico è evidente. Mi ha prescritto per 2 mesi immugen e repasine compresse mattina e sera e a settimane alterne abilast biogel e monoderma et 10 sulla parte interessata per poi ritornare a consulto. Volevo gentilmente sapere da voi, se veramente la biopsia è superflua e se la cura può essere considerata valita
Cordiali Saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

le indico le informazioni da lei richieste in base ai dettami internazionali (Linee Guida British Association of Dermatologists 2011) sul Lichen sclerosus o scleroatrofico e in base alla esperienza personale:

1) le linee guida ad oggi consigliano la Biopsia cutanea in 3 casi

a) in caso di diangosi sospetta
b) in caso di persistenza di malattia nonostante le terapie
c) in caso di lesioni leucoplasiche a rischio trasformazione maligna

Quindi la diagnosi iniziale può essere benissimo clinica, come è stato nel suo caso, anche se si può decidere di avere un dato ufficiale (istologico) in più soprattutto se si deve iniziare una terapia farmacologica

2) Sebbene il sottoscritto non fornisca solitamente commenti su terapie di terzi colleghi, una cosa la posso comunicare tranquillamente:

La prescrizione che ci riporta NON è una prescrizione farmacologica.

Ovviamente, non consocendo il suo caso non posso sapere se questa terapia possa avere una validità futura, anche perchè non tutti i pazienti rispondono allo stesso modo, ma soprattutto esistono diversi tipi e per ciascuno di questi - diversi gradi di severità della malattia.

Occupandomi di Lichen sclerosus o scerloatrofico da anni, posso significarle il mio parere personale che è sempre coerente nel effettuare SEMPRE una terapia farmacologica (topica e/o sistemica e/o microinfiltrativa)

Ritengo difatti che per curare il Lichen sclerosus / sceleroatrofico con efficacia, sia necessario avere una rosa di terapie attive e non solo un prodotto od un farmaco.

Tali terapie debbono essere a mio avviso:

1. personalizzabili
2. modulabili in base all'andamento del caso singolo

questo è il mio parere personale che nulla vuole togliere ad altre impostazioni, ben sapendo che il Lichen sclerosus / scleroatrofico può e deve essere curato con efficacia.

La saluto indicandole la lettura dei tanti articoli e news sul lichen sclerosus o scleroatrofico, presenti in

www.medicitalia.it

oppure degli approfondimenti personali su questa malattia dermatologica al sito

www.lichenscleroatrofico.it

un caro saluto