Utente 208XXX
Salve, mio padre ha 70 anni è ha appena fatto l'ecocardiogramma colordopller, il cardiologo ha detto che ha avuto un piccolo infarto. Mio padre però non si è accorto di nulla ecco il referto:

Atrio sinistro moderatamente dilatato (area 32cmq). insufficienza valvolare mitralica di grado lieve-moderato. Ventricolo sinistro con ipertrofia eccentrica. Acinesia della porzione più apicale delle pareti anteriore ed antero-settale; funzione sistolica globale del ventricolo sinistro nei limiti della norma. Valvola aortica non stenotica; insufficinenza valvolare aortica di grado lieve. Bulbo aortico non dilatato. Sezion destre non dilatate. Insufficienza valvolare tricuspidalica di grado moderato (paps 60mmHg). Assenza di versamento pericardiaco.

Poi c'è una tabella dove si dovrebbe evincere questo piccolo infarto:

SIV PARETE
Segmento ant pos ant inf lat pos
Basale 1 1 1 1 1 1
Medio 1 1 1 1 1 1
Apicale 3 3 1 1
Apex 3

Mio padre soffre di pressione e prende le pillole questo cardiologo ha consigliato di fare una coronografia, esame molto invasivo. Ora mio padre cosnulterà il suo cardiologo.
Voi cosa consigliereste in questo caso? se servono altre informazioni a disposizione.
grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
In effetti parrebbe che suo padre abbia presentato un inrato miocardico (in epoca imprecisata). Inoltre dai dati che lei ha riportato e' presente un'ipertensione pèolmonare ed una (moderata) insufficienza mitralica.La funzione "di pompa" del ventricolo sinistro appare pero' conservata.
L'indicazione ad una coronarografia c'e' se il paziente dovesse avere dolori anginosi o sintomi di scompenso (affanno, edemi alle gambe, etc.): il suo scopo e' verificare se ci sono ostruzioni coronariche (oltre a quella che ha creato l'infarto9 e se queste siiano suscettibili di dilatazione (angioplastica coronarica).
Cordialita'
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 208XXX

Iscritto dal 2011
Dott. La ringrazio per la risposta. Dai sintomi da lei elencati mio padre ha delle lividure alle gambe, non ha però affanno e altri sintomi.
[#3] dopo  
Utente 208XXX

Iscritto dal 2011
Dott. Il cardiologo di mio ha padre ha confermato che deve fare la coronarografia, le volevo chiedere quale preferire tra la radiale e la femorale? Grazie mille
[#4] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Vede non e' le che decide ma il caridologo che la farà': la radiale e' più' comodo come accesso per il paziente perché subito dopo l'esame potrà' alzarsi, l'accesso femorale e' più' comodo per il cardiologo perché' rende la metodica piu'semplice, ma obbliga il paziente a stare qualche ora sdraiato con un sacchetto di sabbia sul luogo della puntura dell'arteria.
Arrivederci
cecchini
[#5] dopo  
Utente 208XXX

Iscritto dal 2011
Dottore scusi ma purtroppo vivo lontanto da mio padre e ho bisogno di avere un informazione. Mi dicono che ha appena effettuato l'esame in oggetto e adesso deve stare in terapia intensiva per qualche ora, le volevo chiedere se questa è la prassi o ci può essere stata qualche complicazione.

Grazie
[#6] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Di solito il paziente sta monitorao qualche ora dopo la coronarografia
Arrivederci
Cecchini