Utente 520XXX
Buongiorno, vorrei capire se è normale l'insorgenza di una fistola dopo innesto osseo su dente. grazie, cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio
48% attività
20% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2010
La fistola è un tragitto attraverso il quale drena un essudato purulento (pus) che è espressione di un processo infettivo in atto quindi direi che una fistola non può esser considerata "normale". Si faccia vedere dal chirurgo che ha eseguito l'intervento che dovrà monitorare la situazione e, se lo riterrà opportuno, potrà intervenire in qualche modo.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 520XXX

Iscritto dal 2007
Si dottore, credo di avere sbagliato il termine. Intanto grazie. In realtà il chirurgo ha già effettuato un'incisione per asportare l'infezione. la mia domanda voleva essere un'altra, in quanto inizio a nutrire dei dubbi sulla qualità del servizio da parte di questo chirurgo,ma ormai l'innesto è in via di completamento. Ciò che volevo chiedere è se l'insorgenza di questa fistola è associabile ad un fattore fisiologico o se può anche essere associata ad un errato metodo da parte del medico...mi scusi, spero di essere stata chiara. Grazie mille dell'attenzione.
[#3] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio
48% attività
20% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2010
So solo dirle che la fistola è associabile ad un'infezione, non è espressione di una condizione fisiologica ma patologica. Non ho nessun elemento per dirle che la fistola è associabile ad un errore del chirurgo. La chirurgia ahimè non è scevra da complicanze e un'infezione è una complicanza che si può avere anche quando ad operare è un chirurgo bravo e preparato. Di più non saprei dirle.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
In chirurgia "complicazione" NON SIGNIFICA "errore del chirurgo".

La medicina e la chirurgia non sono una scienza ingegneristica, in cui è tutto calcolabile, e se un ponte crolla è colpa dell'ingegnere che ha calcolato male.

In campo medico è tutto in termini probabilistici, non assoluti.
Non c'è NESSUNA GARANZIA che un dato intervento funzioni.
E diffici da chi le promette o le garantisce alcunché.
Mente sapendo di mentire, come il più consumato politico in campagna elettorale.