Utente 141XXX
Salve ho 18 anni e se non ricordo male dall'età di circa 12 anni ho questo problema. Tutto iniziò con una carie al mio dente (o il penultimo o il terzultimo a sinistra, scusate l'ignoranza in materia!) e con delle bolle di pus che si formavano quando era infiammato. Una volta passata l'infiammazione e il dolore, capitò un giorno di bucarmi la gengiva con uno stecchino facendo uscire tanto sangue. Questo buco non si chiuse più e continuamente mi faceva uscire pus dal dente, anche senza infiammazione. Circa 2 anni fa il dente, ormai marcio, si sgretolò ed ora non c'è lo più, me lo sono estratto manualmente. Ora non provo più dolore, solo quando mi fa del cibo dentro o quando l'acqua fredda mi passa da sulla gengiva lo sento. Non si infiamma più ma noto ancora che se "succhio" mi esce ancora un po di sangue con un po di pus a distanza di anni. Lo so, sono stato stupido ed ignorante ad ignorare questo problema e solo ora a quest'età me ne rendo conto. Dopo Pasqua andrò da un detista per farmi visitare. Nel frattempo, di cosa si tratta secondo voi? La formazione, anche se in quantita minime di pus è determinata dal fatto che il buco è ancora aperto? Cosa dovrebbe fare il dentista al riguardo? Grazie!

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Marco Finotti
44% attività
8% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
probabilmente ci sono ancora le radici infette in sede che il collega dovrà estrarre
per il freddo probabile che ci siano altre carie o che l'osso si sia retratto nelle zone contigue esponendo parte delle radici dei denti vicini il che ne aumenta la sensibilità solitamente
cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca
40% attività
16% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Presenza delle radici infette che andranno estratte. Una volta bonificato il sito tutto tornerà
nella norma. Se si tratta del primo o secondo molare sarebbe opportuno poi la sua sostituzione.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Utente 141XXX

Iscritto dal 2009
Grazie mille!
[#4] dopo  
Utente 141XXX

Iscritto dal 2009
Mi faccio sentire nuovamente dopo un po di tempo. La visita dal dentista dovrebbe venire settimana prossima finalmente! Detto questo, nel frattempo leggendo su internet sono venuto a conoscenza della setticemia ed ho avuto una paura tremenda. C'è il rischio di averla già contratta in forma lieve o che posso averla? Dopo aver curato tutto il mio dentista, il rischio di riscontrare una sepsi persiste lo stesso? Sto in ansia per questo! Grazie.
[#5] dopo  
Dr. Gianpiero Deluzio
24% attività
0% attualità
12% socialità
RUTIGLIANO (BA)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Stia tranquillo che alla rimozione delle radici con eventuale terapia antibiotica tutto si risolverà compreso il rischio setticemia.
[#6] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca
40% attività
16% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Internet è un gran mare pieno di pesci commestibili e non. Bisogna saper pescare...
Quello che dice può essere vero ma bisogna vedere in che contesto clinico lei lo ha letto! Non è il suo caso, stia tranquillo. Pensi invece a portare a termone nel più breve tempo possibile le cure dei suoi denti.
Cordiali saluti
[#7] dopo  
Utente 141XXX

Iscritto dal 2009
Grazie di tutto, mi avete tranquillizzato molto. Ero davvero preoccupatissimo perchè ho letto che questa malattina è tanto grave quanto rara, ma comunque possibile in presenza di infezioni persistenti con conseguenti gittate batteriche nel sangue. Come ho letto anche che è molto più probabile che si possa riscontrare in pazienti critici o con difese immunitare basse in seguito a malattie importanti. Questo non toglie il fatto che finalmente questa settimana risolverò questa problema scongiurando quest'incubo che da un paio di giorni mi tormentava. Buon lavoro, siete fantastici!
[#8] dopo  
Utente 141XXX

Iscritto dal 2009
Salve, mi faccio risentire. Ho appena estratto il secondo molare superiore sinistro, il penultimo dente in pratica. E' passata un'ora dall'estrazione e mi sento un pò stordito, credo sia normale. Ho un buco evidente ovviamente, che sta sanguinando (anche se inizia a diminuire). Mi è stato consigliato di bere una fiala di Tranex in caso di sanguinamento eccessivo (sulla scatola c'è scritto che si sommistrano per via endovenosa, posso berle tranquillamente?). Nessuna terapia antibiotica in quanto il dente (che era secondo il dentista incredibilmente potente...c'è voluto tanto per l'estrazione!) aveva una radice praticamente andata, con la possibilità che si potesse formare un ascesso, e le altre radici intatte, sane. Ricapitolando, i consigli dati dal mio dentista sono giusti? (Non mangiare fino alla fine dell'anestesia, in caso di sanguinamento eccessivo bere 1 fiala di Tranex, in caso di gonfiore eccessivo prendere Oki, in caso di dolore insopportabile Aulin o Voltaren e così via...) Ed un ultima cosa, in quanto tempo si chiuderà il buco? Grazie.