Utente 239XXX
Salve a tutti,
questo consulto non riguarda me,ma la mia ragazza.
Ha 20 anni e ha notato da poco la presenza di un buchino nella zona sacrale,molto piccolo.Lei dice di non aver mai avuto nessun problema del tipo:peli,liquido o dolore in generale.Cercando tra i vari consulti non ho capito se si consiglia di asportarla o meno.Considerando che non ha ancora avuto nessun tipo di manifestazione è meglio prevenire,quindi asportarla subito,oppure,c'è la possibilità che non accada nulla e che rimanga così?Se venisse consigliato di asportarla, l'intervento sarebbe doloroso?
Grazie!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Alcuni elementi della sua descrizione potrebbero effettivamente essere suggestivi per una cisti pilonidale. Tuttavia per verificarlo e' necessaria una visita: dal suo Medico di Famiglia oppure da uno Specialista in Chirurgia. Nel caso la diagnosi fosse confermata l'indicazione all'intervento potrebbe esserci, anche allo scopo di evitare complicanze come ascessi e fistole. L'intervento e' doloroso, certo, ma esiste l'anestesia che rende il dolore pienamente sopportabile!
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 239XXX

Iscritto dal 2012
Scusi se la disturbo ancora,il post-intervento sarebbe fastidioso?Quanto tempo ci vorrebbe per recuperare?
[#3] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Gentile utente,se la sua ragazza non ha alcun fastidio e con una visita chirurgica si esclude l'evidenza di patologie(flogosi,cisti,fistola,secrezione),non consiglierei al momento un intervento,ma un ' osservazione costante della situazione locale.Ciò consentirà,se necessario,di intervenire prima che si verifichino complicanze.Del resto mi sembra che la scoperta del "minimo forellino"sia stata casuale.
Saluti
[#4] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, con la situazione che lei ci ha rappresentato, condivido il monitoraggio specialistico, ma un piccolo forellino non secernente, al momento sono d'accordo che non giustificherebbe l'intervento preventivo.
Cordiali saluti.
[#5] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Il post-operatorio di questi interventi e' piuttosto variabile, ma l'elemento che influisce di piu' sui tempi di guarigione e' la tecnica operatoria che viene utilizzata. La procedura cosiddetta "chiusa" permette un recupero piuttosto rapido (10-15 giorni), mentre per la tecnica "aperta" possono essere necessarie parecchie settimane. C'e' da dire pero' che quest'ultima offre alcuni vantaggi e quindi in alcuni casi si preferisce utilizzarla, nell'interesse del paziente, anche se appunto i tempi di guarigione sono piu' lunghi.
Se vuole puo' approfondire l'argomento leggendo questo breve articolo http://www.medicitalia.it/minforma/chirurgia-generale/118-cisti-fistola-sacro-coccigea-ovvero-sinus-pilonidalis.html , ma oltre a soddisfare le sue curiosita' in merito all'intervento le consiglio di riflettere sul fatto che la patologia deve ancora essere definita, per cui prima di pensare all'atto chirurgico bisognera' provvedere a che venga posta una diagnosi. Quindi, come gia' le ho scritto nella mia prima risposta, e' necessario che la sua ragazza si sottoponga intanto ad una visita: dal suo Medico di Famiglia oppure da uno Specialista in Chirurgia.
Cordiali saluti