Utente 245XXX
Salve, sono un ragazzo di 22 anni, fumo da 4 anni circa e recentemente ( 5 giorni fa) ho notato che faccio fatica a fare respiri profondi, ci riesco soltanto se sbadiglio inducendone uno, oppure mi viene in automatico ( e non sempre funziona ); quando non riesco a fare i respiri profondi non mi fa male il petto ma sento come se fosse per metà chiuso. dopo che fumo qualche sigaretta invece mi fa male anche il petto e se provo a fare respiri profondi, che puntualmente non vengono, mi viene la fame d'aria e ci provo, riprovo, a respirare a pieni polmoni, ma dopo un pò che non riesco vado in ansia e mi sembra che il fastidio aumenti. altri sintomi che accuso sono un leggero dolore e indolenzimento al braccio sinistro( poco),dolore alla spalla sinistra (pochissimo) e alla schiena ( quasi sempre persistente, non molto fastidioso, però mi sembra più che dolore, indolenzimento infatti a volte se mi sdraio e mi "stiro", trovo sollievo alla schiena e alle braccia) mi capita di fare spesso piccoli e ripetuti respiri col naso per evitare sempre di provare a fare un respiro profondo. premetto che quasi sintomi li ho tutto il giorno, appena sveglio sembrano quasi tutto normale, ma dopo un'oretta che mi alzo arriva il fatto che non riesco a fare questi respiri profondi e tutto il resto; la sera i sintomi sembrano a volte affievolirsi, a volte acutizzarsi. non sono una persona particolarmente ansiosa perciò mi sento di escludere un fattore ansia; la notte dormo senza problemi senza mai svegliarmi per mancanza d'aria o altri dolori ( almeno fin'ora). non ho preso medicine eccetto un anti-infiammatorio, ma non ha sortito alcun effetto. Aggiungo che mi sembra anche di avere del catarro in gola oltre che agli altri sintomi sopra descritti e una sensazione di "rusghino" alla gola quasi perenne, tosse solo quando mi sforzo troppo per respirare profondamente e apparentemente secca, solo a volte un pò catarrosa. Ora io non chiedo una risposta al mio problema e ho già in programma questa settimana una visita dal mio medico di famiglia con relativi esami se necessario, però intanto farmi un'idea di cosa posso avere, per escludere cose gravi e prendere magari qualcosa, tipo qualche medicinale da banco per alleviare i sintomi finchè non farò la visita, perchè mi crea molto fastidio e ansia questo problema.In conclusione vorrei aggiungere anche non riesco più a fare eruttazioni normali, come se fossi chiuso ( mi scuso per la brutalità della questione, ma è una cosa che ho notato) e subito dopo che ne faccio uno e provo a fare il respiro, mi riesce; riprovo una seconda volta di fila e non riesco più.
Distinti saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
una semplice visita diretta può escludere ogni dubbio sui tuoi sintomi, che comunque non appaiono di certo di origine cardiaca. Non assuma alcun farmaco fino a quando non avrà il contatto con il suo medico di fiducia.
Saluti