Utente 237XXX
e da circa 2 settimane che ho un mal di stomaco molto fastidioso, anche se questo dolore va e viene non è continuo. sono stata operata 3 mesi fa all'appendice. quindi non so se posso essere questo il motivo. anche perchè mi fa male anche al tatto.
sono stata circa una settimana fa all'ospedale mi hanno fatto un emocromo, dei raggi all'addome,una visita chirurgica e infine una visita ginecologa! mi hanno detto che per loro non sarebbe niente di che. avevo l'addome trattabile e dai raggi non è risultato niente! mentre la visita ginecologica mi hanno detto che ho una piccola ciste all'ovaio destro!
mi sento un senso di pesantezza, nausea e anche dolori. vado di corpo regolare!
quindi mi sto chiedendo se fosse un blocco intestinale. oppure qualche aderenza! all'ospedale me lo hanno escluso perchè ho 19 anni( anche se io credo che l'età in questo contesto non c'entra nulla) e sono troppo giovane. quindi non mi hanno voluto fare un ecografia! cosa puo essere?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Gentilissima, se ha mal di stomaco la cosa più probabile è che si tratti di un problema acido-correlato (gastrite, reflusso) per cui c'è necessità di una terapia antisecretiva o di una gastroscopia (se indicata dal gastroenterologo).

cordialmente
[#2] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Una gastroscopia potrebbe essere indicata.Auguri!
[#3] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Gentile utente ,per mia abitudine preferisco in presenza di questo tipo di sintomatologia prescrivere un'ecografia epatobilio pancreatica con indagini su sangue della funzionalità epatica ,biliare e pancreatica.I pazienti preferiscono un approccio diagnostico iniziale poco invasivo e poi l'assenza di dati significativi fa accettare per completezza diagnostica l'inevitabile gastroscopia.Badi bene che i nostri orientamenti a distanza vanno sempre condivisi dal curante.
Saluti ed auguri.
[#4] dopo  
Utente 237XXX

Iscritto dal 2012
vi ringrazio molto per i vostri consigli! Cordiali saluti