Utente 246XXX
SALVE,
DOPO UN ATTACO DI IPERTESIONE HO FATTO UNA SERIE DI DAY HOSPITAL PRESSO IL REPARTO DI NEFROLOGIA E DIALISI DELLA MIA CITTA'.
L'ECOGRAFIA AL RENE E LA TAC AL SURRENE HANNO DATO ESITO NEGATIVO, ANCHE LE ANALISI DEL SANGUE DEFINITE DALLO SPECIALISTA STESSO "PERFETTE", NON HANNO RISCONTRATO ALCUNA ANOMALIA TRANNE CHE PER DUE VALORI:
PDW 52
RBC 5,56

COSA SIGNIFICA? COSA PUO' COMPORTARE?
IL VALORE PDW NEL GIRO DI UN MESE (OVVERO DA UN PRECEDENTE PRELIEVO) E' PASSATO DA 12 A 52. COME MAI?
LO SPECIALISTA MI HA TRANQUILLIZZATO DICENDOMI CHE ADDIRITTURA IL VALORE NEANCHE VIENE PRESO IN CONSIDERAZIONE.
E COSI'? GRAZIE
[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
20% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile utente,

Le fornisco l'aiuto per l'interpretazione dei due dati.

Valori normali di RBC (Conta dei Globuli rossi) negli Uomini (4.5 - 6.1 milioni/ml)

PDW è l'acronimo di Platelet Distribution Width, italianizzabile in "ampiezza di distribuzione piastrinica". Questo parametro di laboratorio esprime il grado di variabilità delle dimensioni piastriniche; di conseguenza, alti valori di PDW indicano una grossa discrepanza tra i volumi di queste "cellule", mentre quando PDW è basso significa che le piastrine hanno dimensioni uniformi.

PDW alto: le piastrine hanno volumi molto diversi tra loro, ma per ognuna con volume altissimo ce n'è una con volume bassissimo, e le due cose si equilibrano.

Il significato clinico del PDW dev'essere necessariamente valutato insieme agli altri indici piastrinici, come il numero totale (PLT), il volume medio (MPV) e la concentrazione ematica delle piastrine (PCT).

Ritorni pure a confrontarsi con il suo specialista.

Auguroni.