Utente 233XXX
Buongiorno,
sono un ragazzo di 26 anni e soffro da circa 5 anni di forte ansia. ho ripreso da circa un paio di mesi la mia cura con fluvoxamina poichè dopo un periodo di sospensione graduale si sono ripresentati i soliti attacchi di panico e ormai la mia vita era diventata un'ansia continua per tutto... nn guido più da solo e nn amo stare da solo in generale.
detto questo ogni tanto mi si presenta uno sfarfallio al cuore che dura pressochè un paio di secondi neanche e generalmente nei momenti in cui sono più tranquillo... ho notato che questo succede in particolar modo nei momenti successivi ad un pasto o quando mi rendo conto di aver iperventilato.
in più in un paio di occasioni mi è successo che durante una passeggiata mi sentissi come mancare e avvertissi un improvviso affanno... il tutto risoltosi in pochi minuti! (questi episodi però non sono stati accompagnati da sfarfallio)
posso ricollegare questi sintomi alla mia ansia?
ringrazio chi mi saprà dare una risposta.
cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
per come descritti, i suoi sintomi appaiono davvero di mera natura ansiogena. L'ansia infatti spesso determina tachicardie inappropriate, talora associate a verie e proprie difficoltà a respirare, come lei stesso ha lamentato.
Stia, se per possibile, un pò più sereno.
Saluti