Utente 782XXX
Ieri mentre mi lavavo il pene mi sono procurato un minuscolo taglietto sul "filino" del pene. Ora mi brucia un pochino quando urino. Non vorrei fare una visita specialistica per una cosa così "banale" o ne è il caso?
Come dovrei disinfettare? Va bene con acqua ossigenata?
E poi che comportamento dovrei avere perchè la situazione si risolva?
Si cicatrizza facilmente in quel punto?

Grazie dell'attenzione!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettore,

può semplicemente disinfettare con la tintura di iodio 1 volta al dì per 3-5 giorni ma poi approfittare per valutare l'andamento della cicatrizzazione presso uno specialista.

cordialità
[#2] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Utente,non credo che la manovra igienica possa essere responsabile della piccola lacerazione riferita.Più probabile,invece,che un rapporto sessuale e/o una masturbazione,abbia provocato la lesione.Mi limiterei ad un'accurata igiene,vista la sintomatologia scarna ma,nel frattempo,attenzionerei il quadro clinico e,in caso di peggioramento,consulterei il medico di famiglia.Cordialità.
[#3] dopo  
Utente 782XXX

Iscritto dal 2008
Mi sono dimenticato di specificare che il taglietto me lo sono procurato involontariamente con le unghie; se vogliamo aggiungere i dettagli mentre cercavo di rimuovermi un pezzo di carta igenica che avevo usato per asciugarmi dopo una masturbazione.
Cmq la tintura di iodio mi da un bruciore piuttosto intenso e prolungato, rattrapendo la pelle trattata. Non posso disinfettare con acqua ossigenata?
Inoltre mi trovo in casa VULNAMIN CREMA, che serve per coaudiuvare i processi di cicatrizzazione, la posso usare?