Utente 248XXX
Buon giorno, la settimana scorsa mi sono recata dal mio dentista perche accusavo un forte dolore al dente. Dopo aver effettuato le lastrine il mio dentista ne conviene che il dente debba essere devitalizzato, cosi 2 giorni dopo e con un opt in mano decide che il giorno sucessivo avrebbe iniziato il trattamento.
Il dente è il 7 superiore a sinistra, premesso tutto procede senza intoppi e con l uso della diga, il primo trattamento dura piu di un ora.
Finito tutto torno a casa, non prima di essermi messa d'accordo con il dentista per la successiva data per continuare l'intervento.
Il giorno dopo non accuso alcun male al dente, solo un piccolo dolore alla gengiva, il fatto strano perà era che dal naso mi usciva uno strano liquido giallognolo denso come l acqua.
Il primo giorno mi usciva qualche gocciolina ma dal secondo le secrezioni iniziavano ad essere abbondandi e se mi soffiavo il naso era come avere un rubinetto nel naso.
Allarmata eseguo un altra opt che visualizza una rarefazione apicale nel seno mascellare proprio sopra il dente trattato, dove prima non c'era niente.
Chiamo subito il dentista che mi rassicura che puo essere un problema derivante dalla devitalizzazione, e che con un po di antibiotico sarebbe passato tutto.
Oggi mi trovo al terzo giorno di trattamento antibiotico, e le secrezioni nasali sono quasi del tutto azzerate (anche soffiandomi il naso) a parte che quando mi metto in posizione laterale per dormire ancora quel poco escono (ma molto limitate).
Volevo chiedere è una cosa risolvibile con solo del poco antibiotico nel senso che dopo i fatidici 5 giorni non dovrei aver piu niente o è una cosa che finito l'antibiotico il problema mi si ripresenti nuovamente??
Sono molto allarmata perche su internet ho visto che si parla di operazione maxillo facciale per correggere questo problema!

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Cataldo Palomba
44% attività
8% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
probabilmente almeno una delle radici 'pesca' nel seno mascellare, cioè comunica direttamente con la cavità senza interposizione di osso, come sembra del resto dall'opt, anche se non è sempre dirimente.
Il passaggio in cavità dell'ipoclorito, usato per disinfettare i canali, provoca l'infiammazione della mucosa di rivestimento.
Dal suo racconto sembra che la sintomatologia sia in regressione: non occorre comunque nessun intervento chirurgico, a meno che il pasaggio di ipoclorito non sia stato massivo procurando danni importanti alla mucosa sinusale.
Purtroppo sono complicanze possibili.
Cordiali SAluti