Utente 245XXX
Buonasera,da circa 1 anno soffro di fastidi,dolori nella regione del collo gola ma anche senso di oppressione a volte invalidante dal pnto di vista psicologica e mal di gola perenne tt qst sembra regredire o nn avvertire nell assunzione di cibo,dalla visita otorinolaringoiatria con fibroscopia risultante faringite cronica optabile a reflsso esofageo terpia pantoprazolo ,refix spray e lenidase,in seguito eseguita gastroscopia con esito negativo. tampone faringeo negtivoQuindi effettuata ecografia al collo con relativi esami del sangue per controllo tiroidei ma nuovamente negativi e tt nella norma.in seguito visita cardiologica e relativa "scoperta" di a bicuspidia aortica con ectasia aortica ascendente 42 mm esegundo i seg esami ecg-eco- rx e tac toracia e prova da sforzo al cicloergometro eseguita cn metodo a scalare massimale negativo per sintomi e segni di sofferenza miocardica ischemica,monitoraggio pressorio anch esso nella norma intorno ai 100 sis,e 70 dia con 52 pls.Quindi mi è stato riferito di sottopormi ogni 3-6 mesi a controllo ecocardiografico, ma senza possibili rimedi o soluzioni riguardanti ai fastidi che accuso,chiedo gentilmente la vs consulenza per possibili indicazioni o consigli e inoltre mi domando quale centro in italia sia il più specializzato riguardante eventuale intervento chirurgico. GRAZIE cordiali saluti giovanni

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Intervento chirurgico per cosa ? Da quanto ho potuto intendere la bicuspidia con la quale è nato non si accompagna a dilatazione dell'arteria aorta tale da giustificarlo e anche i disturbi riferiti non sono imputabili nè alle coronarie (il test da sforzo è risultato negativo), nè al problema aortico, che va giustamente seguito nel tempo come le è stato consigliato.
Cordialità