Utente 209XXX
Salve, volevo un informazione.. stamani lavorando ho picchiato la testa credo contro un filo di ferro arrugginito e ho sentito un pò di dolore...ho provato a toccare con la mano e sangue non ne ho visto...solo che non posso controllare la ferita visto che è proprio sopra la testa....
La mia domanda quindi è la seguente: (sono un ragazzo di 19 anni con alle spalle le seguenti vaccinazioni riguardanti il tetano: Vaccinazione contro difterite-tetano-pertosse eseguita il 7/09/1998 e in seguito il 15/04/2009...sul foglietto che ho conservato dice che il prossimo è tra 10 anni da fare).
Ora visto che non posso essere sicuro che sia una ferita sanguinante o meno, e viste le vaccinazioni eseguite, posso tranquillizzarmi ho rischio qualcosa?
Il fatto che la ipotetica ferita sia sulla testa influisce?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
non si contrae il Tetano per ferite con "ferro arrugginito" (credenza comune),
ma per qualunque lesione penetrante, da parte di materiale, di vario genere, contaminato dal batterio (Punture da filo spinato, da spine di rosa, lacerazioni da legno, metallo, vetro, incidenti stradali, etc. ....)

Il Clostridium tetani è un commensale del tratto gastroenterico di molti mammiferi erbivori, soprattutto equini e ovini.

L'eliminazione delle spore con le feci di questi animali fa sì che il rischio di infezione sia massimo nei "campi tetanigeni", zone umide e argillose concimate, o dove avviene l'allevamento di questi animali.

Le ferite penetranti, soprattutto da filo spinato, o le lacero-contuse (cadute, vetri, pietre, attrezzi agricoli) sono le maggiori responsabili di tossinfezione tetanica nei paesi industrializzati.

Saluti.