Utente 204XXX
Premettendo che sono un ragazzo di 19 anni e che non ho problemi legati alle dimensioni penine(17,5 cm in erezione x 12,5 di circonferenza e 10 x 10 a riposo)
mi sono accorto che il mio pene è molto flessibile,praticamente a riposo è leggerissimo e riesco a fletterlo tanto da riuscire a tirare la pelle sia in avanti che indietro rendendolo più corto o più lungo di quanto lo sia se non lo tocco.Il dilemma che mi assale è nel capire se è normale e se la misura del pene a riposo va presa senza che questo si possa tirare in avanti o indietro oppure se è con la tirata che si capisce la reale dimensione.Ciò accade anche in erezione anche se in maniera meno rilevante,è come se riuscissi a farlo rotolare(ovviamente per modo di dire e non come ci si puo immaginare).

Inoltre mi accorgo che quando sono timoroso questo tende ad essere più morbido anche se i corpi cavernosi si allargano.L'ansia da prestazione ovviamente mi assale,perchè sono timoroso che il mio pene non sia in grado di sorreggersi qualora una donna si unisca sessualmente con me.

Per di più il cosiddetto "pacco" che tutti i ragazzi hanno e che si nota nelle tute e jeans, a me raramente lo si vede a meno che non sia eccitatoun minimo,io spero che questo dipende dalla forma e posizione dei testicoli e dall'attaccatura del pene poco spogente e quasi attaccata.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettore,

le dimensioni del pene flaccido sono "mitizzate" quanto enfatizzate nell'immaginario collettivo generale, comprese la consistenza, le dimensioni "del pacco" , senza che MAI tali elementi possano contare nella dinamica dell'erezione, dell'eiaculazione e dell'orgasmo, incluso anche l'orgasmo femminile.

ciò premesso, le dimensioni del pene che lei riporta sono più che normali. e la minima lassità del pene in erezione che lei riferisce non è detto che interferisca con la penetrazione, che poi è la principale funzione del pene eretto.
Se poi considera l'ansia di fallimento in corso di erezione, è prevedibile la caduta dell'erezione!!

tali dubbi, certamente, non possono esser risolti a distanza ma attraverso una visita andrologica.

cordialità