Utente 251XXX
Buon pomeriggio,sono un ragazzo di 23 anni alto 170 cm con un peso di 72 kg.daa circa 2 mesi ho lievi fitte al petto(sx),con leggeri giramenti di testa e a volte mancanza di fiato e a volte anche extrasistole,ho effetuato un ecg e un ecg da sforzo circa 3 settimane fa entrambi hanno mostrato che non ci sono problemi,la settimana scorsa ho effettuato un ecocardiodoppler con seguenti risultati:Ventricolo sin,diametro telediastolico 45mm,diametro telesistolico 29mm,setto interventricolare 10mm,parete posteriore10mm.frazione d'eiezione 65%,aorta 30mm,cuspidi 16mm,atrio sin 35 mm ventricolo dx 17mm.modico prolasso del lembo mitralicoanteriore.ventricolo sx di dimensioni,spessori e con cinesi globale nei limiti.calibro aorticodi dimensioni nei limiti con normale apertura cuspidi.atrio sinistro e sezione destra nei limiti.pericardio indenne.
ecocolordoppler cardiaca:minima insufficienza mitralica.
volevo chiedere se i miei sintomi possono derivare dal modico prolasso con insufficienza minima mitralica,se mi devo preoccupare e fare altri accertamenti,se con il tempo questi possono sicuramente peggiorare e portare a malattie,e se possibile svolgere una partita di calcetto a settimana??

cordiali saluti e grazie per il disturbo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
I Suoi sintomi non hanno alcuna correlazione con il reperto ecocardiografico di prolasso mitralico con minima insufficienza. Tale reperto viene frequentemente rilevato in moltissimi soggetti peraltro sani e pertanto non deve assolutamente preoccuparLa.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 251XXX

Iscritto dal 2012
volevo solo chiederle se questi sintomi possono essere imputabili ad ansia?e se insufficienza nel tempo può degenerare??la ringrazio per la celere e esaustiva risposta.
cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
1) I Suoi sintomi, peraltro vaghi e non specifici di una particolare patologia, possono senz'altro essere attribuiti ad uno stato ansioso;
2) una progressione del grado di insufficienza valvolare (in soggetti peraltro sani) è evento estremamente improbabile, tanto che in assenza di fatti nuovi un controllo ecocardiografico viene in genere programmato non prima di cinque anni.
Cordiali saluti