Utente 241XXX
Gent.mi Dottori sono a chiederVi un consulto, per mia mamma che ha 56 anni, nel corso del 2006 e del 2008 ha eseguito l'esame in oggetto, di seguito riporto i relativi referti:


Ecocolordoppler dei tronchi sovraaortici
19/4/2006

Referto

L’indagine ecografia svolta a livello delle carotidi permette di visualizzare la Carotide Comune(CC) dalla sua origine alla biforcazione e di valutare la morfologia del primo tratto della Carotide Interna CI) e della Carotide Esterna (CE).

 Placche miste senza effetto emodinamico, ed ispessimenti parietali diffusi.

Le arterie vertebrali sono state esplorate dal margine superiore della clavicola fino a livello degli ultimi segmenti intertrasversali. In tali sedi non mostrano alterazioni morfologiche o velocimetriche.



Ecocolordoppler dei tronchi sovraaortici
31/01/2008

Referto
Bilateralmente sono presenti discreti ispessimenti delle pareti delle carotici comuni.
Alle biforcazioni, soprattutto a sinistra, sono presenti piccole placche miste a margini netti o che non modificano il flusso.
Le carotidi interne, le carotidi esterne e le vertebrali hanno pareti e flussi regolari.


Mia mamma anche dopo l'esito del primo esame non ha eseguito alcuna cura farmacologica. Sono a CiederVi alla luce dei referti, come sia giusto procedere. E' necessaria una cura, o eventualmente un intervento. Se può essere utili aggiungo ulteriori informazioni, mia mamma è alta 1m56 e pesa 85 kg, ha la pressione un po' alta ed il colesterolo intorno al valore di 240.
Vi ringrazio fin d'ora per l'attenzione che mi dedicherete e per i preziosi consigli.
Cordiali saluti.


Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Alessandro De Troia
24% attività
4% attualità
8% socialità
PARMA (PR)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2003
Il consiglio è di controllare i fattori di rischio sovrappeso , ipertensione e ipercolesterolemia. Sembrebbe utile in questi pazienti l'uso delle statine . Però per questo trattamento si rivolga al suo medico di famiglia

Cordialità

Dott. Alessandro de Troia
[#2] dopo  
Dr. Ferdinando Corelli
16% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 16
Iscritto dal 2008
gentile signore,
sulla base dei referti doppler che ha inviato, il quadro non dovrebbe essere allarmante. Nonostante entrambi i referti non quantizzino il grado di restringimento delle arterie, il fatto che si parli di placche "non emodinamicamente significative" significa che non si ha una effettiva compromissione della circolazione cerebrale. Si tratta quindi di un quadro che, se al momento non necessita di alcun intervento chirurgico, deve essere sicuramente seguito dal punto di vista medico. Il primo punto è quello di controllare scrupolosamente i fattori di rischio per le malattie vascolari ossia astensione dal fumo di sigaretta, controllo dei lipidi nel sangue, glicemia, pressione sanguigna... In seguito, d'accordo con il suo medico curante, potrà eventualmente essere intrapresa una terapia antiaggregante, previa valutazione di eventuali controindicazioni all'uso di questi farmaci. è necessario comunque controllare che nel tempo la stenosi carotidea non progredisca mediante controlli ecocolordoppler periodici.
A sua disposizione per ulteriori chiarimenti.
cordiali saluti
[#3] dopo  
Utente 241XXX

Iscritto dal 2007
Gent.mi Dottori,
Vi ringrazio per le Vostre risposte.
Cordiali saluti