Utente 243XXX
Buongiorno,
sono in gravidanza da 12 settimane. Sono stata operata per scoliosi nel 1991 per mettere la barra di harrington e poi nel 1999 per la rimozione della stessa. La mia schiena è stabilizzata da anni con i gradi 45 la curva superiore e 35 quella inferiore. Per diversi anni mi è accaduto che periodicamente avevo delle infiammazione piuttosto fastidiose nel senso che mi bloccavo e avevo necessità di fare 2 settimane di punture per tornare gradualmente a muovermi. Erano gli anni in cui non riuscivo a uscire da un sovrappeso di 18-20 kg. Poi ho trovato un ottimo nutrizionista e lo spirito giusto quindi ho tolto il sovrappeso. Da 5 anni a questa parte non mi sto bloccando più. Ho solo di tanto in tanto qualche fastidio. Ma niente di che.
Dunque, ieri ho svolto un controllo dal Professor Costanzo. Non perché ho dei dolori di schiena. Semplicemente perché avendo iniziato la gravidanza ho ritenuto opportuno tornare a fare un controllo visto che comunque non lo facevo da anni.

Lui osservando una mia lastra colonna in toto e una mia risonanza magnetica entrambe di ottobre 2010 (da allora sono rimasta a 58 kg e non ho avuto traumi di alcun genere); mi ha scritto un certificato per ostetrici e anestesisti, da fare presente quindi in fase di parto a chi di dovere.
Premesso che il discorso è riferito all’eventualità di puntura spinale o epidurale per analgesia o anestesia.
Il professore mi ha detto a voce che se ricorda esattamente, la eventuale puntura per il parto si fa a livello di vertebre L1-L4.
Sul certificato è scritto: la signora D è affetta da scoliosi operata con fusione vertebrale fino ad L4; presenta inoltre discopatie L4-L5 ed L5-S1. Si può provare ad eseguire una epidurale a livello L4-L5 o L5-S1.
La buona correzione della scoliosi lombare non preclude un parto naturale.

Le mie domande sono:

Se l’eventuale puntura per il parto si fa solo negli spazi fra L1 ed L4, nel mio caso non è fattibile?
In caso di necessità di analgesico o di anestetico dovrebbero farmi direttamente l’anestesia totale?
Nel caso di scoliosi operate avete rilevato in passato dei casi di parti naturali senza necessità di nessun tipo di medicinale calmante o anestetizzante?
Scusatemi per le domande da ignorantissima.
Vorrei tanto avere un prezioso consulto.

Grazie mille

Saluti da Deb

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Gentile Signora buona sera, un parto naturale può avvenire, ed in molti posti avviene, anche senza analgesia epidurale, indipendentemente da una eventuale pregressa operazione per scoliosi come nel suo caso. Nel suo caso e da quanto ci riferisce, questa metodica anestesiologica non mi sembra impossibile ma alquanto indaginosa e forse problematica. Solo l' anestesista che la visiterà potrà stabilire se sia il caso o meno di ricorrervi senza rischi aggiuntivi. Lo stesso discorso vale in caso di necessità di una anestesia: anche qui il collega dovrà decidere quale sia la cosa migliore e meno rischiosa per lei dopo averla visitata.
Spero di essere stata esauriente anche se di più per via telematica non è possibile dire.
Cordiali saluti e se così non fosse non esiti a scrivere ancora.
[#2] dopo  
Utente 243XXX

Iscritto dal 2012
Buonasera Dottoressa Martin,
innanzitutto la ringrazio per la pronta e preziosa risposta.
Scusi, torno a chiederle una conferma. Siccome il chirurgo della schiena mi ha detto che non ricorda per certo quali sono le vertebre dove per prassi si va ad eseguire la puntura per analgesizzare o anestetizzare delle parti del corpo proprio per agevolare il parto...lui mi ha detto che dovrebbero essere gli spazi fra le vertebre L1 ed L4...dovrebbero...per la conferma mi ha detto di domandare a un anestesista...
...e allora la mia domanda è anche questa...gli spazi per prassi, generalmente sono proprio solo quelli? Perchè a quel punto altro che ipotesi L4-L5 o L5-S1 seppur in presenza di discopatie...
o niente puntura o l'anestesia totale o bo.
Giusto per chiarirmi stabilmente le idee. Poi magari tra 6 e 7 mese, farò una visita anestesiologica con gli accertamenti vari a presso, e il resto verrà da se. Ma intanto le chiedo di sottolinearmi se gli spazi per iniettare farmaci per il parto, da prassi sono solo fra L1 ed L4 e che fare una puntura in un altro spazio vertebrale diventa fuori luogo.
Scusi per la mia lungaggine.
A presto
Debora
[#3] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Gentile Signora buon giorno, il punto di elezione per la puntura è generalmente lo spazio L2-L3 e per svariati motivi. Tuttavia ed a discrezione completa dell'anestesista si può decidere di pungere altrove: a me è capitato e non una volta sola e per diversi motivi. Ecco perchè le ho scritto nel post precedente, che nel suo caso non è impossibile ma indaginoso.
Cordialmente.
[#4] dopo  
Utente 243XXX

Iscritto dal 2012
Buongiorno a lei Dottoressa Martin!!! Terrò preziosamente presente ogni sua parola. Grazie mille.
Saluti da Deb