Utente 254XXX
salve ho mia mamma ke da qnd e uscita 2 mesi fa dall ospedale x un operazione alla colicisti x un calcolo ha sempre la pressione alta loro gia gli stavano facendo la cura in ospedale prima nn ne aveva mai prese..poi ha continuato la cura a casa e dopo un mesetto circa la pressione un giorno le arriva a 90 180 e andiamo in ospedale la misurano loro e gli arriva a 220 la massima e 120 la minima i medici si spaventano e le fanno scendere subito la pressione il nostro medico gli cambia la cura e poi si stabilizza dopo circa una settimana di alti e bassi ora sta incominciando di nuovo stamattina era arrivata la minima a 120 e la massima a 170...cosa si deve fare oltre a prendere il lasix bere di piu camminare nn lo so vorrei un consiglio...qnd poi mi devo preoccupare e andare dal medico...grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Sua madre ha bisogno di un consulto specialistico. Si rivolga a un cardiologo di fiducia che valuterà il caso, stabilendo la terapia più appropriata.
Cordialità
[#2] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
L'impiego della furosemide (Lasix) e' controindicato nell'ipertensione.
Non e' chiaro che tipo di farmaci la paziente assuma, ne lei ne ha riportato l'eta.
In questo modo e' molto difficile esserle di aiuto
arrivederci
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#3] dopo  
Utente 254XXX

Iscritto dal 2012
grazie per le vostre risp io sono un tipo emotivo e ho paura di qst cose infatti misuro quasi sempre io la pressione a mia madre e gli dico cosa mangiare e altre cose altrimenti lei nn sta attenta prende sempre le cose alla leggera
....mia madre ha 54 anni e prende la mattina il triatec htc 50 la sera il norvasc...una cosa mi ha messo il dubbio qnd e stata operata dissero ke durante l operazione mia mamma ha svuto una crisi respiratoria ma nn ne parlavano chiaramente mi madre dice ke durante l'ecografia all addome parlavano tra di loro e dissero ke avevano usato il defribbilatore...puo essere qst la causa ke le ha provocato l ipertensione....cmq mia mamma sta facendo gli esami ha fatto il dopler e le vene erano nella norma...l elettrocardiogramma e un po alterato...e deve fare ancora l analisi del sangue e le urine x escludere ke abbia colesterolo diabete e altro xke mia mamma e in meno pausa ed e alta 1.60 x 86 kg....
[#4] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Se durante l'intervento di colicistectomia sia stato usato o meno il defibrillatore, questo risulta dalla cartella clinica, che lei se non ha può richiedere. Mi sembra molto strano, però, che se questo sia avvenuto i colleghi non l'abbiano informata e non abbiano attuato tutte le misure necessarie per una protezione post operatoria (consulto cardiologico etc.). Per la terapia dell'ipertensione quello che posso dirle è che assume due molecole differenti in termini di principio attivo, ma se questo sia sufficiente o meno per il controllo dei valori deve stabilirlo uno specialista di fiducia, anche perchè personalmente non posso prescriverle farmaci per e-mail (c'è tralaltro una normativa che ci impedisce di farlo). Potrebbe essere utile ai fini di una valutazione più approfondita del problema ipertensione eseguire un Holter pressorio delle 24 h, anche perchè è alle porte la stagione estiva e con essa le alte temperature possono determinare attraverso un meccanismo di vasodilatazione, un abbassamento eccessivo dei valori pressori.
Saluti
[#5] dopo  
Utente 254XXX

Iscritto dal 2012
holter pressorio 24h come si svolge qst analisi.....grazie ancora
potete suggerirmi qnd la pressione e alta cosa posso fare
per nn farla salire ancora di piu
[#6] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
L'Holter pressorio è un apparecchietto in grado di misurare automaticamente i valori pressori a cadenza prestabilita. Lo fà quindi numerose volte nell'arco delle 24 h e lo fa sia di giorno che di notte. In questo modo è possibile eseguire una "fotografia" reale dei valori pressori e la loro distribuzione nel tempo e valutare se i valori elevati siano o meno correlati con situazioni che li giustifichino (stress psico-ficici etc). In ultima analisi è la media dei valori ad essere valutata e non il singolo valore pressorio e si può stabilire così se il loro controlo farmacologico è ottimale o meno. Se il controllo non è adeguato allora occorrerà modificare la terapia che osserva, ma questo e glielo ripeto per l'ennesima volta, dovrà essere fatto dal suo cardiologo di fiducia.
Saluti
[#7] dopo  
Utente 254XXX

Iscritto dal 2012
grazie x la risp si certamente lo deve fare il cardiologo....io volevo solo un conforto x qst mi sono rivolta a voi....grazie di tutto b serata