Utente 590XXX
Buongiorno cari dottori,
allora vi espongo subito il mio problema. E´un po´di tempo che avverto bruciori e prurito sulla punta del pene. Sono stato dal medico e mi ha prescritto un antibiotico generico. Ma la cosa non sembra essere migliorata. Quando urino non avverto particolari fastidi se non all´inizio e alla fine della minzione. Per quanto riguarda il rapporto sessuale non avverto dolore, ma devo sottolineare una serie di situazioni un po strane, come ad esempio un rapporto sessuale molto prolungato ed una scarsa secrezione di sperma. Ho avuto un paio di anni fa problemi alla prostata, un ingrossamento della prostata, puo essere che questo problema si sia ripresentato? Quando ho chiesto consiglio al mio medico mi ha dettto di cominciare una cura di quattro giornio con MICTASONE suuposte e PERMIXON 40 giorni. Sono in terapia con il PERMIXON attualmente con quest ultimo con una pillola tutte le sere. Ma il bruciore e prurito sulla punta del pene é ancora presente. La mia ragazza ha avuto problemi con una cistite, ma ora lei sembra guarita stando alle paroel del dottore, anche se gli ha prescitto degli ovuli. Strano? Ha fatto uso anche di due diversi antibiotici. Ora lei non lamenta fastidi. Io si. Sempre la mia ragazza ha detto che ha notato delle macchie giallastre-biancoline negli slip. Io non ci ho fatto caso. Ogni tanto ho delle perdite di liquido bianco am solo quando mi sforzo nell´atto della defecazione, avverto che dal pene fuoriesce del liquido bianco. Il colore dell´urina se puo interessare é abbastanza chiaro. Non noto cattivi odori.
Ultima domanda ma forse si tratta di un probelma psicologico, cmq mi trovo qui é ve la porgo.
Quando ho un rapporto sessuale con la mia ragazza, dopo la prima volta devo attendere un bel po finché il pene riprenda la sua attivita. Quando é in erezione, la seconda volta, e mi accingo a cominciare il rapporto, improvvisamente va giu...é un problema legato a quello che vi ho detto oppure é dovuto a fattori esogeni?

Vi ringrazio e buon lavoro in attesa di una risposta.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Nell'ipotesi non vincolante di una balanite batterica, la quale deve essere curata con farmaci specifici dopo esami strumentali si ritiene necessaria la visita Venereologica, durante la quale sarà possibile effettuare tutte le diagnosi differenziali che il caos clinico richiede.

ulteriore consiglio, sempre non vincolante da tale sede, sarebbe quello di evitare le terapie non specifiche che hanno l'unica scarsa utilità di offuscare il quadro a chi dovrà leggerlo.

cari saluti

[#2] dopo  
Utente 590XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio per la risposta. Potrei sapere che cos'è una balanite batterica? Il prurito si alterna e volte si a volte no...cois come il bruciore....non so davvero che cosa fare. Non ho mai fatto un tampone uretrale, me lo consiglia? Puo essere collegato ai problemi di prostata avuti in passato?

Grazie.

In attesa di una sua risposta le auguro buon lavoro.
[#3] dopo  
Utente 590XXX

Iscritto dal 2008
Coem si cura la balanite batterica?
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
una balanite batterica è una infiammazioni del glande (la punta del pene) causata da batteri. A questa descrizione generica poi bisogna passare ad una diagnosi più precisa che può essere fatta solo dopo una valutazione clinica specialistica diretta a questa seguirà poi una indicazione terapeutica mirata.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org