Utente 260XXX
Gentile dottore,
svolgo sport a livello amatoriale.
Per mio scrupolo mi sono sottoposto ad ecocardiogramma, con il seguente risultato: Atteggiamento tipo prolasso del lembo anteriore della mitrale(valvola non degenerata) con minimo(e non emodinamicamente significativo) rigurgito mitralico.
Sono molto ansioso e preoccupato dall'esito di questo esame ho anche test da sforzo al cicloergometro, con la seguente descrizione: Nessuna sintomatologia tipica. Nessuna modificazione ST-T di significato diagnostico. Regolare comportamento della pressione arteriosa. Test massimale, negativo per ischemia deducibile.
Ho notato che dopo aver corso, es. 30 minuti a ritmo leggero, il tempo per fare scendere la frequenza cardiaca al di sotto delle 100 pulsazioni è piuttosto lungo.
A cosa può essere dovuto? Dovrei effettuare ulteriori esami?
Ho letto che potrebbero esserci un legame fra prolasso della valvola della mitrale e aritmie sotto sforzo, è vero?
Il mio cardiologo sostiene che sono di fatto sano, ma che dovrei evitare di superare sforzi e di andare oltre i 150 battiti quando faccio sport. Cosa ne pensa?
Attendo con ansia una sua risposta.
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Una cosa è il prolasso della valvola mitralica, che è una seria valvuloplatia che spesso richiede l intervento, ed na cosa è l atteggiamento prolassante Dino dei due lembi che è considerata una variante della normalità.
Può seguire un normale regime di vita, si tranquillizzi,
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 260XXX

Iscritto dal 2012
Dottore grazie per la sua veloce risposta.
Cosa mi può dire invece riguardo al recupero lento dopo aver corso?
Consideri che questo mi succede anche se sono relativamente allenato.

Qualche anno fa, per iscrivermi ad un campionato di calcio, fui sottoposto alla visita sportiva. Dopo aver sostenuto il test dello "scalino" mi venne concessa l'idoneità, ma ricordo che l'esito dell'esame era al limite. Per questo mi venne comunque consigliato di eseguire comunque ecocardiogramma e ecg da sforzo.
Da questi test come non è emerso niente (se non il l'atteggiamento prolassante..)
Quali possono essere le cause?

Grazie
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La frequenza cardiaca è influenzata da molti fattori anche costituzionali. Di solito con l allenamento l ipertono vagale conseguente all allenamento stesso provoca un più veloce ritorno ai valori di frequenza basali.
Non se ne preoccupi pertanto.
Cecchini
www.cecchinicuore.org