Utente 258XXX
Buongiorno dottore la mia domanda è la seguente:
anni fa ebbi un rapporto anale con il mio compagno. oltre al grande dolore provato nei giorni successivi il rapporto notai che nell'espulsione della cacca il dolore si ripeteva causando dopo un po di volte la mia 1^ emorroide esterna. non ne ho mai sofferto di stitichezza per cui pensavo che quell'emorroide fosse stata causata dalla penetrazione. il fato volle che qualche settimana dopo andassi a sciare cadendo ripetutamente sul sedere. A fine giornata dovetti recarmi al pronto soccorso perchè all'interno dell'emorroide (esterna) comparvero dei trombi di sangue. al p.s. mi fecero l'anestesia e col bisturi incisero e tolsero questi grumi di sangue ma mi lasciarono il "sacchettino" attaccato all'ano. ora a distanza di anni nn ho problemi di emorroidi e mi piacerebbe riprendere i rapporti anali ma ho ancora questo sacchettino morto attaccato all'ano. comporterebbe qualche problema? sarebbe secondo lei il caso di toglierlo chirurgicamente?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Non credo. Eventualmente se compaiono sintomi si puo' trattare in seguito.