Utente
volevo esporvi il mio problema che mi assilla ormai da 4 anni e nessuno mi crede e riusciva a diagnosticarmi il problema e trovarmi la cura..comincio col dirvi che 4 anni fa sono stato operato di emorroidectomia di terzo e quarto grado che mi fuoriuscivano dall'intestino..credevo di aver finalmente risolto e invece da allora per andare in bagno devo stimolarmi con il dito e faticare e passare ore e ore in bagno e andarci in più riprese perchè non riesco ad evacuare.adesso sono proprio al limite nemmeno con il dito,clisteri e supposte riesco ad and..troppo sforzi ho tutto lo stomaco indolensito pancia gonfia d'aria nemmeno riesco ad eliminare l'aria cioò che mangio nn riesco a digerirlo bene e x cercare di rilassare la pancia devo eruttate ma niente gas dall'intestino proprio oggi e dolore al fianco sinistro come se fossi pieno...tra l'altro ho mangiato pochissimo in questi giorni proprio per questo problema.i miei familiari non capiscono la gravità della cosa.non riesco a trovare 1 medico adatto io sono quasi certo ho un pezzo di carne prolassata che mi impedisce di evacuare..adesso finalmente dopo tante ricerche su internet ho scoperto che l'intervento di emorroidectomia può portare questo prolasso all'interno perchè io mi sento l'ostruzione un po più sopra di dove riesco ad arrivare io con il dito nell'intestino.sono preoccupatissimo sono tutto disturbato..mal di pancia mi sento peso alla vescica perchè penso sia talmente abbassato il prolasso che mi tocchi la prostata.la prego dottore mi consigli una soluzione immediata.domani ho 1 visita a pagamento da 1 chirurgo pensa sia la soluzione giusta?ah aggiungo ho fatto già 3 anni fa la colonscopia quando gia avevo questi sintomi anche se non come adesso..e li non risultò nulla..di recente ho fatto rx addome completa e li non si vide bene il colon perchè cì'era aria..!dottori sono distrutto..sono 1 ragazzo di 27 anni e di solito questi problemi vengono alle donne ho letto..motivo x il quale molti medici fin ora hanno sempre sottovalutato il tutto.cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
credo che debba farsi guidare da un proctologo per una corretta valutazione defecologica (defecografia, etc.)

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
il problema è che non riesco a trovare nessun proctologo a palermo sono in ferie!dottore lei pensa che andando da 1 buon chirurgo sia lo stesso?e comunque al momento sono a rischio?cordialità.

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Chieda al suo curante,
senz'altro le darà una dritta.

Non vada in panico però.

Cordiali saluti.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente
salve dottore..sono stato oggi a visita da un colon proctologo il quale mi ha fatto una rettoscopia che mi ha evidenziato un prolasso emorroidario..4 anni fa avevo subito un emorroidectomia però senza togliere il prolasso interno.adesso ho letto che alcune persone hanno avuto recidive dopo l'intervento col metodo longo cioè quello thd che sarà quello che venerdì il dottore vorrà farmi.ho anche chiesto oggi al medico se c'era rischio che potessero tornare un altra volta sia il prolasso interno che le emorroidi..e mi ha assicurato che facendo questo risolverò definitivamente il problema.volevo chiederle..ma è vero o no che possono riprolassarsi?io non vorrei fare ulteriori interventi a lungo andare.aspetto una sua risposta o di qualche altro medico.cordialità e grazie sempre.

[#5]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
a mia conoscenza ogni intervento chirurgico ha i suoi ben codificati rischi.
Per quanto riguarda i trattamenti proctologici devo dirle che il rischio di recidiva, seppur con percentuali basse, esiste sempre, per una serie di fattori.

Inoltre lei ha identificato il "metodo Longo" con la metodica THD,
ma devo dirle che sono due procedure diverse.

Credo pertanto sia utile che si relazioni nuovamente con il suo chirurgo per acquisire maggior consapevolezza sul suo caso e sulla procedura da seguire.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#6] dopo  
Utente
il metodo che utilizzerà è THD.ci sono buone probabilità che il prolasso non avvenga più?dato che 4 anni fa avevo fatto l'intervento però col metodo milligan-morgan senza che però mi togliessero il prolasso interno.grazie mille per il vostro servizio.

[#7]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile signore,
penso debbano valere le stesse osservazioni che le ho riportato in replica #5.

Cordiali saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#8] dopo  
Utente
dottore la ringrazio per tutte queste informazioni..un ultima cosa volevo chiederle..essendo che gia sono stato operato di emorroidectomia 4 anni fa...ora è fattibile cioè si puo rioperare con un altro metodo e in questo caso specifico il metodo THD?oppure gia essendo stato operato di emorroidectomia di 3 e 4 grado adesso magari questa tecnica per il prolasso emorroidario interno non è indicata?lo specialista mi ha detto che mi avevano solo operato le emorroidi ma non tolto il prolasso interno..adesso facendo questo intervento cioè ilTHD non mi succederà più nulla.anche se ovviamente non può assicurarmelo al 100% però come appunto diceva anche lei cic sono basse possibilità di recidiva.la ringrazio nuovamente..spero di farmi risentire sabato non appena sarò dimesso per raccontarle come è andata e se effettivamente si prova meno dolore dell'emorroidectomia..perchè a quanto dicono..se ho sopportato il dolore dell emorroidectomia questo di ora sarà 1 passeggiata...anche se le confesso che ho 1 po di paura perchè mi faranno una sedo analgesia e la mia paura è di non svegliarmi più..anche se ho letto che con questa anestesia se vogliono possono svegliarmi e io sono collaborativo con questa e non presenta rischi dei quali ho paura io..cordiali saluti.

[#9]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile signore,
Posso darle qualche altra informazione,
ma resta sempre il fatto che la scelta terapeutica spetta a chi è sul campo,
ovvero a chi ha eseguito la visita diretta assumendosi la responsabilità di una diagnosi e del conseguente trattamento,
quale che sia.

Non può il consulto on-line, per motivi ovvi, porsi come alternativa, ma, piuttosto, come utile ausilio.

Per quanto mi risulta,
La TDH non ha indicazioni nei prolassi emorroidari di III grado.
La TDH non riesce a correggere un prolasso emorroidario di III grado.
La TDH consente di eseguire una legatura doppler-guidata dei vasi emorroidari.

Distinti saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#10] dopo  
Utente
DOTTORE,GENTILISSIMO COME SEMPRE,ALLORA A QUESTO PUNTO PENSO SIA UN PROLASSO DI MASSIMO SECONDO GRADO PER ORA QUINDI LA TDH PUò ESSERE INDICATA SE HO BEN CAPITO..NO?PERCHè SE FOSSE DI TERZO GRADO NON PENSO AVREBBE ADOTTATO QUESTA TECNICA IL MIO COLON PROCTOLOGO.CORDIALI SALUTI.

[#11]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non deve far altro che verificarlo.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it