Utente 262XXX
Salve, sono un ragazzo di 29 anni. Vorrei pareri su un evento accaduto circa una settimana fa. Dopo (non durante) una faticosa partita di calcetto ho sentito una sensazione di irrigidimento e oppressione all'altezza dello sterno. questa sensazione di rigidità è durata anche la notte e non ha coinvolto altre zone, eccezione per le orecchie "tappate"dopo la doccia(durata qualche minuto). C'è da dire che quella fu una giornata ansiosa con alle spalle poche ore di sonno (4/5), avevo bevuto caffè, fumato più del solito (6/7 sigarette), mangiato un pò meno del solito, fatto uno spuntino un'ora prima della partita (una pesca e un qualche pezzo di "rustico") e ci fu un cambiamento climatico con abbassamento della temperatura di quasi 10 gradi. Aggiungo che spesso sono al pc e ho delle posture poco corrette con qualche lieve dolore intercostale e alla schiena. Il medico di famiglia mi ha detto che secondo lui non mi ricapiterà, in quanto per la mia età il rischio di ischemia è basso e i problemi congeniti sarebbero dovuti saltare fuori dai precedenti ECG (circa 3 anni fa). Forse sono apprensivo, ma mi è sembrato che prendesse la cosa sottogamba. Può la digestione causare questo sintomo al centro del petto? Non si dovrebbero prendere in considerazione anche possibili problemi polmonari o di altro genere?E' una reazione normale in certi contesti stressanti o sottende comunque una precarietà dell'organismo?Non ho ancora avuto modo di fare attività fisica da allora.
Vi ringrazio e aspetto preziosi consigli

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Puo' effettivamente darsi che la sintomatologia che lei ha lamentato sia stata legati ai fattori che lei stesso indica. E' tuttavia importante che lei esegua un ECG sotto sforzo.
E che smetta di fumare.
Arrivederci
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 262XXX

Iscritto dal 2012
Grazie per la risposta. L' ECG sotto sforzo lo feci circa 3 anni fa senza alcun problema. E' possibile che in questo arco di tempo sia cambiato qualcosa che un nuovo ecg possa rilevare?Fumo una media di 5 sigarette al gg (tabacco sfuso non so ancora se meglio o peggio), lo dico solo per chiarire che non faccio una vita così sregolata anche se dovrei smettere, e ho sempre avuto una buona resistenza fisica. Detto questo non vorrei rimanere con dubbi sconfortanti, magari semplici paranoie, ma mi chiedo se sia possibile che in condizioni, come quelle sopracitate, il manifestarsi di piccoli problemi difficilmente rilevabili che in un futuro possono evolversi in qualcosa di più serio. Ipotizzo che la digestione crei squilibri per quanto riguarda l'afflusso di sangue, ma non ho percepito alcun fastidio allo stomaco. Il mio medico mi ha lasciato intendere che l'ecg dovrebbe rilevare maggiormente problemi congeniti e quelli dovuti allo stile di vita non sarebbero evidenti e rimangono improbabili alla mia età. Mi scuso per la scrupolosità delle domande ma ho bisogno di una visione più generale
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Penso che il suo medico abbia ragione, ma un ECG da sforzo non costa niente farlo.
Arrivederci
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#4] dopo  
Utente 262XXX

Iscritto dal 2012
In attesa dell'ECG posso fare attività fisica? ultimamente noto anche addormentamento delle mani a letto dovuto alla posizione assunta, ma che in precedenza non veniva così facilmente. Può essere un segno di qualcosa?
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Questi ultimi sintomi non mi destano alcuna preoccupazione
Arrivederci
Cecchini