Utente 265XXX
Buongiorno,

durante le mie vacanze estive sono stato oggetto di una brutta caduta in spiaggia. Durante la caduta ho urtato violentemente la mano avvertendo un fortissimo dolore in prossimita dell'anulare e del mignolo. Purtroppo non ho potuto eseguire una RX.
Dopo circa 10 giorni il gonfiore e il dolore è scomparso quasi totalmente.

Oggi, dopo circa 15 giorni, noto ancora un leggero rigonfiamento del dorso della mano, e una leggera tendenza dell'anulare (che era già rotto in precedenza) a convergere verso il mignolo, come se fosse leggermente "fuori asse".

Premetto a sottolineare che non ritengo di aver subito fratture, e che il dolore a riposo o in tensione è leggerissimo e sopportabile.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

deve assolutamente fare una radiografia della mano in 3 proiezioni: il sintomo da lei descritto (tendenza dell'anulare a convergere verso il mignolo, come se fosse leggermente "fuori asse") potrebbe essere dovuto a una frattura spiroide del metacarpo corrispondente.

Talvolta, queste fratture danno pochissimo dolore già dopo alcuni giorni.

Buon pomeriggio.
[#2] dopo  
Utente 265XXX

Iscritto dal 2012
Gentilissimo Dottor Leccese, mi scuso notevolmente per il ritardo, comunque ci tenevo a comunicarle, anche per utilità di altri lettori che la sua diagnosi era perfettamente esatta.

Ho dovuto ricorrere a due operazioni alla mano, la seconda per risolvere una leggera rotazione che non mi permetteva di chiudere correttamente le dita delle mani.

Sono stato operato ad Agosto scorso e nel Dicembre scorso sono riuscito correttamente a tornare all'attività sportiva come portiere.

Grazie
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Di nulla.