Utente 265XXX
Buonasera dottore, ho 19 anni e, praticando la boxe, mi sono procurata la cosiddetta frattura del pugile, precisamente una frattura scomposta del V metacarpo alla mano destra. Dopo che mi è stata effettuata la riduzione(grazie a cui l'osso ha raggiunto una "buona posizione) e dopo l'ingessatura, l'ortopedico mi ha prescritto 2 radiografie, ciascuna a distanza di una settimana e mi ha detto che dopo ciò mi avrebbe detto se necessito di un intervento o meno. Quello che vorrei sapere è 1)se effettivamente un'operazione mi garantisce una piena ripresa della funzionalità ginniche più sicura della semplice riduzione con ingessatura; 2) se tre mesi dopo la riabilitazione e tutto ciò che sarà necessario posso riprendere con serenità gli allenamenti senza avere un blocco psicologico dovuto al fatto che l'osso in questione, anche dopo operato, possa essere più fragile degli altri cedere; 3) c'è qualche farmaco che aiuta o fortifica la calcificazione in corso? 4) è normale avvertire spesso dolore anche da ingessati? La ringrazio in anticipo, per me la boxe è fondamentale e sono pronta ad ogni curaa per ricominciar a praticarla con la stessa grinta di prima. Cordiali Saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

in genere queste fratture non necessitano di intervento chirurgico, a meno che l'angolazione sia eccessiva.

Una volta formatosi il callo osseo, può considerarla guarita definitivamente e non esiste un rischio di recidiva ma un rischio generico come su un osso normale.

Non esistono farmaci utili ma solo la magnetoterapia, meglio se domiciliare (più ore al giorno).

Il dolore durante l'immobilizzazione non è del tutto normale.

Buona notte.
[#2] dopo  
Utente 265XXX

Iscritto dal 2012
Le sono grata per la celere risposta dottore. Chiederò maggiori informazioni relative alla magnetoterapia. Cordiali Saluti.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Ci sono ottimi apparecchi noleggiabili, che consentono un uso prolungato dei campi magnetici, anche durante la notte.

Conviene utilizzarli per almeno 6-8 ore al giorno per avere concreti e rapidi risultati sulla consolidazione precoce del callo osseo.

Buona giornata.