Utente 266XXX
Buongiorno,
Chi vi scrive è un ragazzo di 24 anni , deciso una volta per tutte a risolvere il suo problema , e se ciò non dovesse essere possibile , almeno a capire le motivazioni dovute a questo grande impedimento.
Frequento ragazze da quando ho 17 anni. Da quel giorno ad oggi non sono mai riuscito ad avere un rapporto sessuale, a causa di una non efficace erezione.
Inizialmente trascurai questo problema in quanto davo la colpa a una tensione psicologica dovuta al fatto di essere alle prime armi e di avere affianco ragazze inesperte quanto me.
All’età di 20 anni mi sono fidanzato con una ragazza(con la quale sto tuttora) che dopo pochi mesi di relazione ha mostrato un evidente “inappetito” sessuale , si è sempre rifiutata a far l’amore con me (io sono stato e sono il suo primo ragazzo) con la motivazione del dolore che le provoca anche solo la stimolazione manuale del clitoride.
In questi 4 anni, vi sembrerà strano, ma mi sono quasi rassegnato al fatto di dovermi definire “impotente” , in parte a volte me ne sono quasi dimenticato. Ora, a pochi giorni dal mio compleanno in me è sorta questo grande bisogno di Perché…di capire….di sapere.
Chiedo a voi , quali sono i giusti processi da affrontare per capire il mio problema.
Ho sempre notato, una conformazione decisamente curva del mio pene (volgarmente si potrebbe dire a banana) con la punta rivolta verso l’alto. Potrebbe essere questa la causa?
Ho provato a chiedere al mio medico di base una prescrizione medica (viagra) ma si è rifiutato additando il mio problema a un fattore psicologico e consigliandomi una terapia di coppia, cosa che la mia ragazza rifiuta e rifiuterà in futuro.
La cosa che mi spaventa è che la mia erezione decente nei momenti di masturbazione è andata costantemente a calare, diventando pareggiabile a quella che possiedo quando sono davanti a una ragazza.

Vi ringrazio anticipatamente per le risposte che spero di ricevere.

Enrico

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
la causa psicogena è la èpiù freq1uente con la sua storia e la sua età, qaltre cause possono esser ormonali o prostatiche, mrarissime le cause circolatorie. Un consulto da esperto andrologo chiarirà l' origine del problema. Quanto alla terapia di coppia, parlo da orecchiante, non è molto indicata alla sua età, in genere si preferisce, almeno così dicono gli psicologhi la terapia individuale. Ma sta allo psicologo porre l' indicazione non al medico. Quindi per intanto chiarisca l' origine del problema poi si vede.
[#2] dopo  
Utente 266XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio per la risposta tempestiva ,
Quindi lei esclude che la causa di tutto ciò sia il pene curvo? come ho già scritto ho notato di avere una curvatura del pene con la punta rivolta all'insù...ovviamente non riesco a stabilire l'angolo di suddetta curvatura .

Allora dovrei semplicemente fissare un incontro con un andrologo...giusto?
[#3] dopo  
Utente 266XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio per la risposta tempestiva ,
Quindi lei esclude che la causa di tutto ciò sia il pene curvo? come ho già scritto ho notato di avere una curvatura del pene con la punta rivolta all'insù...ovviamente non riesco a stabilire l'angolo di suddetta curvatura .

Allora dovrei semplicemente fissare un incontro con un andrologo...giusto?
[#4] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
direi proprio sì, ma bisogna vedere: il pene curvo o è laterale o è curvo in basso.