Utente 107XXX
Buongiorno Egr.ggi Dottori,
Vi richiedo alcune informazioni in merito alla mia situazione cardiologica che riporto di seguito ed in merito al mio storico con ultima visita effettuata i 5/9/2012.Ho 46 anni sono alto 1 metro 90 e peso 95 kg. Svolgo podismo
ANAMNESI:
Nel marzo 2009 episodio di ipostenia arto superiore sn.In quell’occasione RMN encefalo e Doppler TSA negativi. Eseguiva ecocardio con riscontro di ectasia della radice aortica e lieve prolasso valvolare mitralico. Per tale motivo ha eseguito RMN toracico-addominale con riscontro di diametro max 42 mm e normale diametro dell’arco.Ultimo controllo nell’Agosto 2011 conferma la stabilità dell’ectasia. Ha eseguito Holter pressorio con riferito lieve aumento dei valori di PA. Ha eseguito screening per sdr di Marfan risultato negativo. Nel Maggio scorso ricorso in PS per cardiopalmo extrasistolico. In quell’occasione eseguito Ecocardiogramma (negativo) e consigliato dosaggio TSH ed elettroliti sierici normali. Dopo sostituzione del carvedilolo con nebivololo miglioramento soggettivo.
TERAPIA DOMICILIARE:
Lobivon 5 mg ½ cp alla sera
VISITA CARDIOLOGICA:
EOC Toni puri, SS2/6 sul focolare aortico
EOT Non stasi polmonare
Non edemi declivi
Buon compenso emodinamico
PA 120/75
ELETTROCARDIOGRAMMA:
Ritmo sinusale 57/min PR=0,18 SEC ipertrofia ventricolare sinistra
ECOCARDIOGRAMMA:
Lieve IVS concentrica (DTD 51 mm, SIV td 12-13 mm) con FE 65% e normale funzione diastolica sx.Atrio sx non dilatato.Dilatazione aortica ai seni di Valsalva ed alla giunzione sinu-tubulare (40 mm) e in ascendente (max 42 mm); normale l’arco (30 mm).Atteggiamento prolassante dei lembi mitralici con IM lieve.Valvola aorta tricuspide.Sezioni destre di normali dimensioni senza segni di sovraccarico del piccolo circolo,lieve IT con PAPs pari a ca 25mmHg.Normale il pattern mitralico.Pericardio indenne
CONCLUSIONI:
Lieve ectasia della radice aortica (stabile)
TERAPIA CONSIGLIATA
Prosegue la terapia in atto.Controlli ecocardiografici a cadenza annuale.

In merito a questa situazione mi è stata concessa già un anno fà , a voce, dal cardiologo che ha refertato questo documento, la possibilità di svolgere attività anche agonistica del tipo aerobico.
Questa possibilità di effettuare sport a livello agonistico è stata anche certificata ufficialmente (Atletica Leggera) a gennaio 2012 da un medico specializzato in medicina dello sport che mi ha rilasciato il certificato di idoneità dopo i controlli di routine effettuati nel suo studio (elettrocardiogramma riposo/sforzo,ecocardio con confermata la lieve dilatazione aortica).
domanda:
Come mai leggendo su internet vedo che chi ha un problema simile al mio viene generalmente interdetto ad effettuare sport agonistico?Mi fido dei dottori che hanno verificato le mie condizioni cardiache, ma il dubbio e la preoccupazione mi sono rimasti e quando vado a correre non riesco piu' ad essere tranquillo.
Vi ringrazio per la risposta che vorrete darmi.
Saluti
Giuliano

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Il problema della dilatazione della arteria aorta non è univoco nei vari soggetti che ne sono portatori. L'entità della dilatazione, la presenza concomitante di alterazioni della valvola aortica o di alterazioni della struttura e funzione del cuore in toto, l'età etc sono tutti fattori che influenzano la decisione se attribuire o meno l'idoneità allo sport. Nel suo caso condivido, almeno in parte, quanto deciso per lei, poichè per l'attività agonistica il discorso è leggermente più complesso e dipende anche dal tipo di attività. In ogni caso è bene che la pressione arteriosa sia tenuta sotto stretto controllo.
Cordiali saluti