Utente 436XXX
gentili dottori,
sono un ragazzo di 18 anni, conduco una regolare attività fisica ( vado in palestra 3 volte per 1 ora e mezza a settimana e corro per 6-7 km circa 3 volte a settimana), e consumo i due pasti principali cercando di separare sempre carboidrati (pasta 100g al giorno) e proteine (carne 150g al giorno circa, e mangi poco pane ( 100 g al giorno circa) ed evito bevande gassate e salse per condire i cibi( maionese,ketchup). svolgendo questo programma dietetico-sportivo però non riesco a perdere peso, anche se è ormai più di un mese e mezzo che lo seguo. la mia altezza è di 181-182cm e il peso è di 90 chili. ho letto k dovrei pesare, in relazione alla mia altezza, circa 80 chili è vero? mi consigliate di effettuare un calcolo della percentuale di grasso rispetto alla massa muscolare? come dieta è corretta quella che sto seguendo? correre quanto mi può aiutare nel perdere peso?
ringrazio anticipatamente tutti i medici per la loro disponibilità e mi complimento ancora per il progetto di questo sito che è davvero qualcosa di fantastico.
distinti saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr.ssa Valeria Valdes
24% attività
0% attualità
12% socialità
NERVIANO (MI)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Gent.le utente

il peso non deriva solo dalla massa grassa; alcune volte un eccesso ponderale relativo potrebbe essere dovuto ad uno sviluppo della massa muscolare, come potrebbe essere il suo caso.

Il peso ideale da lei indicato rappresenta appunto un calcolo ideale relativo all'altezza e non tiene conto della % di massa grassa e massa magra.

Lo stile di vita da Lei seguito appare corretto sia in termini alimentari che di attività fisica e la corsa come il nuoto rappresenta l'attività aerobica migliore per la perdita di peso, ma inevitabilmente come tutte le attività fisiche fa sviluppare la massa muscolare, soprattutto se associata ad esercizi di potenziamento tipici della palestra.
Non so che stile di vita seguisse prima di questo da Lei indicato (ha detto lo fa da circa 1 mese e mezzo): forse non nè stato ancora sufficiente per modificare il suo metabolismo.

Sicuramente è sulla strada giusta.
Le consiglio di proseguire cosi e se non ottiene risultati nei prossimi mesi, può eventualmente, effettuare una impedenzometria per valutare la quantità di massa magra e grassa presente nel suo corpo

Cordiali Saluti
[#2] dopo  
Utente 436XXX

Iscritto dal 2007
Gent.le dottoressa


colgo l'occasione per porle i miei ringraziamenti per la risposta ampia ed esaustiva datami. e le volevo porre un altro quesito: dopo un certo periodo in cui si segue una determinata dieta, il metabolismo subisce modifiche? ho sentito parlare di una specie di "restringimento dello stomaco", con conseguente diminuizione della voglia di consumare cibo. è vero? in cosa consiste?
la ringrazio ancora.

distinti saluti.
[#3] dopo  
Dr.ssa Valeria Valdes
24% attività
0% attualità
12% socialità
NERVIANO (MI)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
La parete dello stomaco è costituita anche da tessuto muscolare involontario che tende ad adattarsi progressivamente al suo contenuto. Se si introduce una quantità sempre maggiore di cibo la sacca gastrica tenderà progressivamente ad aumentare di volume, pertanto il senso di sazietà verrà raggiunto per quantità di cibo sempre maggiori. Il contrario succede se si riduce l'apporto alimentare, progressivamente lo stomaco riacquisterà le sue caratteristiche volumetriche normali e di conseguenza anche il senso di pienezza gastrica verrà raggiunto prima.