Utente 241XXX
Buongiorno gentili dottori,sono un operatore sanitario di 31 anni e volevo sottoporvi il mio caso.
Qualche giorno fa al termine di un intervento su di un paziente anziano HCV +,mi sono punto con l'ago utilizzato per la somministrazione di lidocaina sottocutanea. Portavo i guanti di l'attive e 
controllando la zona esposta,nn ho notato la fuoriuscita di sangue dalla zona interessata,benché avessi avvertito la sensazione della puntura. Ho immediatamente lavato e disinfettato la zona,ma in attesa degli esiti ematochimici,volevo sapere che probabilità ci sono di essermi contagiato!
Grazie,distinti saluti!
[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

la probabilità di contagio da HCV è concreta.
Dovrebbe fare la segnalazione alla direzione sanitaria per una denuncia cautelativa come infortunio lavorativo e sottoporsi ai tests sierologici subito, per verificare la sua situazione di partenza e poi a 30 giorni, a 90 giorni e a 180 giorni; una sieronegatività dopo 6 mesi escluderebbe al 100% un contagio.

Buona serata
[#2] dopo  
Utente 241XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio per la tempestiva risposta!faro' sicuramente tutta la procedura di accertamento,ma volevo chiederle conferma del fatto che in letteratura si legge spesso che il singolo contatto ha una bassa probabilità di contagio,e che inoltre esso e' condizionato da altri fattori come per esempio la quantità di sangue inoculato!e' vero tutto ciò?Come puo essere possibile un contagio se la pelle appariva integra senza fuoriuscita di sangue?
Grazie e cordiali saluti!
[#3] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
sono diversi i fattori che possono rendere più probabile o meno probabile un contagio da HCV:
- una viremia bassa o assente o viceversa alta del paziente in quel momento
- l'effettiva lesione della cute da parte dell'ago
- come risponde in quel momento il proprio sistema immunitario

Dire che il rischio è concreto, nel suo caso, non significa che sia molto probabile o poco probabile; il rischio c'è stato, tanto basta per rendere necessari i controlli nel tempo al fine di escludere del tutto, a propria tutela, anche assicurativa oltre che clinica, che vi sia stato un contagio
[#4] dopo  
Utente 241XXX

Iscritto dal 2012
Grazie Dottore per la sua spiegazione!Ho già fatto il primo prelievo,immaginando di non poter escludere il rischio di contagio senza esami ematochimici,ma come potrà immaginare,in attesa dei risultati,le chiedevo un parere dato dalla sua esperienza poiché l'ansia comincia a diventare molto elevata perché in caso positivo mi sconvolgerebbe non poco la vita!
Grazie ancora e distinti saluti!
[#5] dopo  
Utente 241XXX

Iscritto dal 2012
Buongiorno dottore...ho ritirato gli esiti degli esami ematochimici e del test Elisa,per ora tutto neativo!ripeterò gli esami tra 40 giorni!avendo eseguito il primo test ad un mese circa dall'episodio sospetto,quanto posso considerare attendibile già questo primo risultato?
Grazie e distinti saluti!
[#6] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
per l'HCV il periodo finestra è di 180 giorni