Utente 216XXX
Buongiorno,
premetto subito che ho effettuato per tre mesi delle iniezioni di Testoviron 250 a distanza di tre settimane una dall'altra a causa di un calo di libido. Pratica che ho effettuato senza consulto. Sono a conoscenza che non è una pratica da fare ma ormai... Sinceramente ho avuto giovamento sotto questo aspetto.
A distanza di 4 settimane dall' ultima iniezione ho fatto le analisi ormonali che sono le seguenti :

FSH <0,1 UI/L 1.5 - 12.4
LH <0,1 UI/L 1.7 - 8.6
Prolattina 6.4 ug/L <16
Progesterone 2.5 nmoli/L 0.7 - 4.3
17 Beta Estradiolo (E2) 77.3 pmol/L 28 - 156
Testosterone 13.79 nmoli/L 7.60 - 31.40

Sono stato dal medico e mi ha detto di smettere di assumere ovviamente il Testoviron e che i valori di LH e FSH ritorneranno ad essere normali in qualche mese. Dovrò ripetere l'esame tra due mesi.

La mia paura è che ora sto campando di rendita col testosterone a causa del farmaco. Tra qualche settimana, avendo LH e FSH a zero non mi ritroverò con il testosterone a livelli bassi e , di conseguenza, di nuovo problemi di libido e anche erettivi ?
Il mio medico dice di no ma un consulto esterno mi sarebbe molto di aiuto.

Vi ringrazio molto
Cordiali saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
le alterazioni ormonali sono in stretto rapporto reversibile con l'assuznione del farmaco. Una volta sospeso ritorna tutto nella norma, a meno che non ci fossero valori bassi già prima dell'inizio di questa terapia.
[#2] dopo  
Utente 216XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio Dr. Scalese,
nelle prossime settimane correrò il rischio di un abbassamento del testosterone e conseguente calo della libido ? Sinceramente non ce l'ho altissima, a volte mi meraviglio di come io mantenga l'erezione anche con poca voglia !
Grazie
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

nessun può prevedere come sarà nelle prossime settimane la sua libido,. che non dipende solo da un "abbassamento del testosterone".

A questo proposito, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questo problema sessuologico, le consiglio di consultare anche l’articolo sempre pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/226-desiderio-sessuale-fare-viene-mancare.html .

Un cordiale saluto.

[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

la assunzione di testosterone blocca l'ipofisi che non produce più LH ( la sostanza che normalmente stimola i suoi testicoli a produrre il testosterone endogeno)
quindi bisognerebbe sempre essere molto couti nella assunzione di tali ormoni a scopo ginnico, sportivo,voluttuario...perchè ci potrebbero essere conseguenze anche abbastanza spiacevoli.
ne parli con un andrologo-endocrinologo per una corretta valutazione del suo problema
cari saluti
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Fatta la valutazione andrologica poi ci riaggiorni, se lo desidera.

Cordiali saluti.
[#6] dopo  
Utente 216XXX

Iscritto dal 2011
A questo punto, devo seguire il consiglio del medico e rifare gli esami tra due mesi.
Il mio medico, viste le analisi, dice che non mi devo preoccupare e che tutto tornerà alla normalità. Alla domanda circa il pericolo di impotenza nelle prossime settimane, mi ha rassicurato dicendomi di non preoccuparmi.
Da quanto ho capito , leggendo i Vostri commenti, sembra che non ci sia nulla di certo.

Al momento va tutto bene e spero che continui così, in caso contrario tra quanto tempo potrò eventualmente avere un peggioramento ?

Vi ringrazio per l'attenzione.
[#7] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,, il suo medico dice sostanzialmente una cosa corretta anche se non raramente terapie ormonali a base di androgeni, magari per tempi più duraturi, sono in grado di "sregolare" il meccanismo fiologico della atimolazione ipofisaria. Quindi, in sostanza, sempre cauti con tali terapie e sempre con il supporto di uno specialista
cari saluti
[#8] dopo  
Utente 216XXX

Iscritto dal 2011
Grazie molte per le risposte.

Avrei due domande da porvi :
avendo io LH e FSH a zero, mi sembra ovvio che mancando lo stimolo a produrre testosterone io vada a decrescere con questo valore. Qual è generalmente la tempistica ? E' un fenomeno veloce oppure servono settimane o mesi ? In sostanza, quando mi accorgerò di questa mancanza ?
La seconda domanda è chiedervi se è corretto sospendere la somministrazione di testosterone così brutalmente oppure se può essere intelligente l'idea di calare con la dose fino a scemare.

Vi ringrazio della risposta, sono abbastanza nervoso da questa situazione. Sinceramente ho paura di diventare impotente.

Cordiali saluti
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

non sia inutilmente ansioso, non faccia di testa propria (non sospenda e non cali lei gradualmente nulla)!

Lei deve seguire solo attentamente le indicazioni ricevute o che riceverà in diretta dal suo andrologo.

Successivo controllo dei valori ormonali raggiunti e poi, sempre seguire l'indicazione principale, quella del suo andrologo reale, a noi l'eventuale commento o consiglio supplementare.

Ancora un cordiale saluto.