Utente 272XXX
sono una persona di 41 anni, faccio sport a livello dilettantistico (corsa e bici) e non ho mai avuto problemi di ernia fino a due giorni fa.
Giovedì scorso infatti ho accusato un forte dolore di pancia che non riesco ad associare ad un particolare sforzo, forse solo la defecazione.
Questo dolore mi è venuto mentre ero al lavoro, ho deciso di andare a casa per consultare il medico di famiglia. Dopo circa un un’ora e mezza dall’inizio dei dolori, e un faticoso ritorno a casa con treno, metro e borsa al seguito, arrivo dal medico di famiglia che non mi diagnostica un ernia ma mi consiglia il pronto soccorso. Mi reco, accompagnato da un amico e con dolori diventati lancinanti, al più vicino pronto soccorso. Lì mi visitano e rilevano un gonfiore nella zona inguinale destra. Mi dicono che si tratta di una ernia che con una palpazione dolorosissima fanno rientrare. Finalmente un po’ di sollievo, i dolori svaniscono. Da quel momento non ho avuto nessun problema ma farò una visita chirurgica. Nel frattempo le vorrei chiedere: non avendo da allora, unico episodio in cui si è manifestata l’ernia, né più dolore in qualunque situazione, né rigonfiamenti o tumefazioni a livello della zona inguinale,
è possibile che l’ernia non sia da operare perché rientrata?
Inoltre, in attesa dei tempi necessari posso condurre una vita normale e fare cose come la corsa o la bici?

Grazie 1000

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
Lei ha subito le conseguenze della più temibile delle complicazioni di un'ernia (strozzamento), che è stata possibile questa volta risolvere con procedura incruenta (taxis).
L'indicazione all'intervento è assoluta, poichè un'ernia non puó guarire altrimenti, mentre ulteriori crisi di strozzamento potrebbero presentarsi in maniea imprevedibile.
Nel frattempo vanno evitate attività che comportino sforzi eccessivi e va corretta la stipsi.
[#2] dopo  
Utente 272XXX

Iscritto dal 2012
Molte grazie dott Piscitelli