Utente 411XXX
Buongiorno sono un ragazzo di 21 anni, molti anni fà quando frequentavo il primo anno di scuola media giocando presi un forte colpo al testicolo sinistro, il dolore durò uno o due giorni, non feci nessuna visita perchè poi passò tutto. Negli anni non ho mai avuto nessun tipo di problema ne dolore ne fastidio mi son sempre reso conto che però alla palpazione il testicolo è molto strano, sembra che ci siano dei "grumi attaccati ad esso", è come se qualcosa si fosse rotto e poi riattaccato a malomodo. Sò bene di aver sbagliato ad aspettare tutto questo tempo per fare una visita ma ho avuto sempre paura di scoprire quallcosa di spiacevole. Ora ho prenotato una visita ma dovrò aspettare due mesi circa, nel frattempo vorrei chiedere a voi una gentile consulenza anche per poterla confrontare con quello che mi dirà il medico. Il testicolo è leggermente più grande dell' altro ma comunque nella media. Potrei aver rotto il testicolo? potrebbe essere compromessa la mia fertilità? Cosa potrebbe essere successo al mio testicolo? Potrebbe esserci la necessità di un' operazione chirurgica? Vi ringrazio molto per il tempo dedicatomi. Distinti saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
53238

Cancellato nel 2012
Caro Utente,
una rottura del testicolo sarebbe stata una emergenza che si sarebbe manifestata molto chiaramente al momento del trauma e pertanto la escluderei.
E' difficile però fare ipotesi senza visitarla.
Azzardo qualche ipotesi su base probabilistica: Potrebbe essere un varicocele voluminoso o la presenza di cisti dell'epididimo.
Queste patologie non sono urgenze e possono essere valutate fra 2 mesi.
Qualche dato in più potrebbe averlo mediante una ecografia testicolare ma temo che i tempi dell'esame non siano più brevi.

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
calma e sangue freddo! Tutte le domande poste a noi richiedono, per poterle dare una risposta corretta, in prima istanza una attenta e diretta valutazione clinica da parte di un andrologo o di un urologo.
Visto che ha tergiversato per alcuni anni due mesi non sono poi molti. Eventualmente , chiedendo anche un consiglio diretto al suo medico di medicina generale , potrebbe essere utile una preliminare valutazione ecografica e del liquido seminale. Ma queste indagini è bene farle possibilmente dopo un motivato e diretto parere del medico che la visiterà.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

[#3] dopo  
Utente 411XXX

Iscritto dal 2007
Buongiorno, ringrazio molto per le risposte e per il tempo dedicato. Vorrei chiedere però un ulteriore informazione: varicocele voluminoso o la presenza di cisti dell'epididimo sono patalogie che potrebbero dipendere dal colpo subito? Ve lo chiedo perchè, per quel poco che ricordo ,tutto cominciò molti anni fà dopo quella brutta botta. Grazie ancora, attendo la lontana visita. Distinti saluti
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
non vi mai una correlazione diretta tra queste situazioni cliniche . A volte un traumatismo però può aumentare il volume di una cisti epididimaria già presente.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.centrodemetra.com
www.centromedicocerva.it
www.andrologiamedica.org