Registrati | Recupera password
0/0

Disturbi intestinali post radioterapia pelvica

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2008

    Disturbi intestinali post radioterapia pelvica

    Dopo prostatectomia radicale per tumore ( Novembre 2010 ) nel Novembre 2011 sono stato sottoposto ad un ciclo di radioterapia pelvica l'ultima delle quali è terminata il 20/12/2011. I postumi radioterapici riguardavano esclusivamente formazione di aria, feci semiliquide, rare perdite di sangue associate alle feci MA NESSUN DOLORE DI SORTA. I sintomi sono andati lentamente sparendo, questo fino a fine settembre u.s.
    Da allora ho notato una ripresa di formazione di eccessivi di gas intestinali, che se lasciati uscire lentamente spariscono (salvo riformarsi successivamente). Se tutto ciò capita durante il giorno non ci sono problemi (salvo l'antiestetica fuoriuscita di gas). Di notte invece il gas si forma ugualmente, ma quando mi alzo per urinare (in media 2 volte a notte- bevo oltre 1 litro di acqua al giorno) sento anche il bisogno di defecare. In questo caso (senza spingere perchè ci pensa la pressione dei gas a premere) esce una specie di "tappo" misto di feci, muco e sangue rosso vivo. Tolto questo "tappo" la defecazione prosegue con feci normali.
    Da qualche tempo mi capita anche di giorno, anche se in forma minore, e sempre dopo un periodo di riposo in poltrona.
    Ho parlato con lo specialista che mi ha seguito nella terapia, che mi ha detto che è normale una ripresa dei precedenti sintomi e che questo può capitare anche più volte. Bisogna avere pazienza nell'arco di circa 2 anni passerà tutto. NON SENTO ALCUN DOLORE E NON HO MAI SOFFERTO DI EMORROIDI, IL PSA E' SEMPRE 0.01/0,02. - HO 72 anni -
    Mi ha prescritto supposte e creme antiemorroidali E NULL'ALTRO
    Mi potete dare consigli sul come eliminare questo antipatico ed antiestetico disturbo? GRAZIE PER LA RISPOSTA CHE MI DARETE ed a vostra disposizione per chierimenti




  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 249 Medico specialista in: Gastroenterologia e endoscopia digestiva

    Risponde dal
    2012
    Gentile amico, le consiglio una visita da un collega gastroenterologo.
    Dopo radioterapia il colon ed il retto possono essere vittima di infiammazione (nel suo caso proctite attinica).
    Non sempre tali casi migliorano spontaneamente ed occorre ricorrere a terapia antinfiammatoria locale.
    Mi faccia sapere!
    Rimango a sua disposizione!
    Cordialmente!


    MARCO BACOSI MD PhD
    Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
    Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

  3. #3
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2008

    Buon giorno Dr. Bacosi.
    Nel 2004, dopo un controllo del sangue occulto nelle feci positivo, mi sottoposi ad una colonscopia; mi tolsero 3 piccoli polipi i cui esami istologici diedero tutti esito negativo. Anche le colonscopie di controllo fatte in seguito - 2006 e 2009 diedero esito negativo. L'ultimo controllo, dopo un ulteriore rinvio di 3 anni, lo dovevo fare il 12/12/2012, ecco perché non le ho risposto prima.
    Le riporto il referto:
    ===============================================================
    COLONSCOPIA POLIPECTOMIA PINZA-COLON - Manovra endoscopica effettuata in sedazione vigile: Meperidina 30mg + 3mg Ipnovel e.v.
    Indagine condotta fino al cieco, ottimale la toilette intestinale; due polipi sessili dell'ascendente-traverso del diametro max di 2/3 mm ca. asportati con pinza (flac1); un polipo sessile del dicendente del diametro max di 5 mm ca. sottoposto ad exeresi con macropinza (flac2). Diverticolosi del sigma. Proctite attinica. Emorroidi interne congeste

    CONCLUSIONI: POLIPI DEL COLON SOTTOPOSTI A BONIFICA ENDOSCOPICA, DIVERTICOLOSI DEL SIGMA. PROCTITE ATTINICA - EMORROIDI INTERNE CONGESTE
    =============================================================
    L'esame istologico dei polipetti asportati lo debbo ritirare il 12/01/2013

    Lo specialista che ha eseguito la colonscopia si è meravigliato che dopo la radioterapia pelvica non mi avessero prescritto nulla ( quando nel mese di settembre u.s. andai per un nuovo consulto per l'eccessiva formazione di gas intestinale, ma soprattutto per la fuoriuscita si sangue vivo misto a muco, mi fu addirittura risposto ...CHE CI STAVA TUTTO DOPO UNA RADIOTERAPIA PELVICA... e mi fu assicurato che nel giro di 24/36 mesi si sarebbe risistemato tutto, al massimo, se la fuoriuscita del sangue continuava, potevo usare supposte antiemorroidali )
    Lo specialista della colonscopia mi ha invece suggerito alcuni farmaci, che il mio medico curante avrebbe poi dovuto confermare e prescrivermi ufficialmente - CLIPPER clisma oppure TOPSTER per la proctite attinica e EMORTROFINA GEL per le emorroidi.

    Mi può dare un suo parere in merito e confermare se i medicinali prescritti vanno bene. Mi scusi se ho scritto un po' troppo e resto in attesa di una sua risposta . GRAZIE e saluti





  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 249 Medico specialista in: Gastroenterologia e endoscopia digestiva

    Risponde dal
    2012
    Come vede la mia ipotesi era corretta.
    La terapia che le hanno prescritto è quella più indicata!
    Se non dovesse ottenere subito effetto (ma vedrà che lo avrà) mi faccia sapere!
    Cordialmente!


    MARCO BACOSI MD PhD
    Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
    Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

  5. #5
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2008
    Buon giorno Dr Bacosi
    Complimenti a Lei per la Sua capacità di riconoscere un disturbo e farne la relativa diagnosi solamente leggendo il mio scritto.
    Ho terminato l'ultima seduta di radioterapia pelvica il 20/12/2011 - da allora sono trascorsi 8 mesi tranquilli senza alcun disturbo, fino a Settembre 2012 quando ... è successo il finimondo... ( così l'ho definito io ) - fuoriuscita di gas, feci liquide miste a muco più sangue rosso vivo. Ho interpellato i medici che mi seguivano durante la radioterapia pelvica, che hanno definito il disturbo come...una normale momentanea irritazione del colon-retto...Non mi hanno prescritto nulla...tanto sarebbe passato da solo...!! Un secondo medico ha ipotizzato la presenza di un virus esterno che ha colpito l'intestino ecc.
    Solamente la Colonscopia ha evidenziato le emorroidi congeste e la proctite attinica, confermando in pieno la sua ipotesi. ANCORA COMPLIMENTI E GRAZIE.
    Ciò premesso Le invio il risultato biopsia endoscopica -
    =============================================================
    Referto istologico: Cont.1 "ascendente" frammenti di adenoma tubulare con displasia di basso grado (Displasia moderata) - Cont.2 " traverso-discendente" frammenti di adenoma serrato con displasia di basso grado (Displasia moderata)
    =============================================================
    Prossimo controllo endoscopico fra 3 anni -
    =============================================================
    Prima di effettuare la Colonscopia Il mio medico curante mi aveva prescritto il TARDIFER, per combattere l'anemia di ferro evidenziata da esami e lo PSYLLOGEL MEGAFERMENTI, per favorire lo scivolamento delle feci senza irritare le pareti. Successivamente, su consiglio dello specialista in colonscopia, mi prescrisse il TOPSTER SUPPOSTE e la EMORTROFINA
    Poiché i disturbi erano aumentati di intensità sono ritornato dal mio medico ( non era presente per ragioni personali, ma c'era il sostituto ) e questi mi ha fatto sospendere immediatamente il TARDIFER ipotizzando una mia intolleranza a questo medicinale e, supponendo la presenza di virus intestinale, mi ha prescritto il NORMIX ANTIBIOTICO.
    --Apriti cielo!!!!! -- dopo soli due giorni ho dovuto interromperne l'assunzione perché mi dovevo recare in bagno anche 5-6 volte al giorno con i soliti e forti disturbi e girare col pannolone!!!!
    Sono ritornato dal mio medico curante (questa volta presente), che mi ha detto di sospendere l'assunzione della EMORTROFINA GEL, di assumere la sera dopo cena per 20 giorni TRIADE H 20 bustine, di terminare l'assunzione delle supposte di TOPSTER - 1 la sera prima di coricarsi - e di continuare con lo PSYLLOGEL.

    In conclusione, visto tutto il cambiamento di questi medicinali ( NON VORREI FARE IO DA CAVIA ), ora debbo prendere:
    TRIADE H - una bustina la sera dopo cena
    TOPSTER - una supposta le sera prima di coricarmi ( me ne sono rimaste 11 poi basta )
    PSYLLOGEL MEGAFERMENTI - una bustina la serta prima di coricarmi.

    Per ora i disturbi sono quasi cessati, ma di quale medicinale è il merito?
    Tra quanto tempo finirà il tutto ?

    Chiedo scusa se mi sono dilungato un po' troppo e se mi sono ripetuto, ma vista la Sua capacità Le chiedo se mi può dare un Suo parere in merito e confermarmi se questi ultimi medicinali vanno bene e se sono i definitivi.

    Se possibile resto in attesa di una sua risposta
    GRAZIE e SALUTI







  6. #6
    Indice di partecipazione al sito: 249 Medico specialista in: Gastroenterologia e endoscopia digestiva

    Risponde dal
    2012
    Dei farmaci nominati solo la supposta è attiva sulla proctite attinica.
    Tuttavia sarebbe meglio una terapia con clismi (sempre di antinfiammatori come il 5-ASA).
    La supposta, infatti, "cura" solo pochi cm, mentre il clisms cura una maggiore estensione di intestino.
    La ringrazio x i complimenti ma era un caso veramente semplice!!!
    Per quanto riguarda la durata dei sintomi, è difficile poter fare un pronostico: raramente si giunge ad una guarigione completa e definitiva.
    Spesso si deve ripetere il trattamento antinfiammatorio dopo alcuni mesi!
    Resto a sua disposizione!
    Mi aggiorni quando vuole!
    Cordialmente!


    MARCO BACOSI MD PhD
    Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
    Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

  7. #7
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2008
    Buon giorno dottore
    Nella mia precedente Le precisavo che i disturbi erano quasi cessati. Purtroppo debbo dire che questa situazione è durata poco perché ieri, all'improvviso sono nuovamente apparsi.
    Mi spiego meglio:
    Da 3 giorni ero abbastanza tranquillo, avevo solo piccole formazioni di aria che, quando la pressione diventava più forte, uscivano maleodoranti assieme a piccole quantità di muco trasparente.
    Ieri pomeriggio invece, all'improvviso ho cominciato a sentire l'intestino che " borbottava " fortemente e poco dopo ho sentito l'impellente necessità di scaricare una grande quantità di aria ( gas di fermentazione? ).
    Dopo un iniziale breve e piccolo tappo ( ci pensa poi la pressione del gas a sbloccarlo - (IO NON SPINGO MAI ) esce anche, come una scarica diarroica, un liquido rosso vivo misto di una sostanza che sembra muco rosso o sangue in fase di coagulazione. Terminata l'operazione tutto torna normale, salvo ripresentarsi nell'identico modo dopo un'ora e mezza circa. Questo accade per circa 2 - 3 volte, poi la scarica ( sempre di colore rosso vivo ) diventa meno violenta e trasporta, inizialmente, piccole quantità di feci che diventano sempre più dense. Il sangue lentamente sparisce.

    Poiché anche in questi ultimi 2 mesi ho avuto periodi di normalità alternati da periodi con uscite di gas, sangue, muco ecc. ( che richiede come conseguenza l'uso del pannolone ), le chiedo:
    Queste forti manifestazioni diarroiche possono dipendere da ciò che mangio? Debbo seguire una dieta?

    Attendo una sua gentile risposta - GRAZIE

    PS:
    Per sua informazione:
    Da ieri pomeriggio fino a sera inoltrata manifestazioni di scariche/gas/sangue ecc. per 3/4 volte
    Durante la notte, solo una e piccola emissione di sangue però con feci normali.
    Questa mattina, fino ad ora - ore 12.30 ca - tutto normale

    PERCHE' ???




  8. #8
    Indice di partecipazione al sito: 249 Medico specialista in: Gastroenterologia e endoscopia digestiva

    Risponde dal
    2012
    Rientra nel quadro della sua patologia.
    Come le dicevo occorre un trattamento con clisma/schiuma o addiritura per bocca.
    La supposta mi sembra insufficiente.

    Faccia riconsiderare la cosa al suo medico!
    Mi aggiorni!
    Cordiali saluti!



    MARCO BACOSI MD PhD
    Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
    Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

  9. #9
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2008
    Buon giorno dr Bacosi
    Il mio medico curante mi ha consigliato:
    TRIADE H bustine 1 a mezzogiorno dopo il pasto
    ASACOL 500 mg supposte - 1 la sera prima di coricarmi - Ha escluso almeno per ora i microclismi -
    PSYLLOGEL MEGAFERMENTI - 1 bustina la sera prima di coricarmi

    Va bene questa cura? cosa posso fare?

    Posso prendere l'ENTEROGERMINA come antidiarroico? - Ho sempre reagito bene a questo prodotto -

    Cosa posso prendere per combattere l'eccessiva formazione di gas?
    (In passato ho provato vari prodotti a base di carbone vegetale con Symeticone - tipo Eucarbon od altri analoghi e CARBONE VEGETALE della Vitarmonyl - ma con scarsi risultati.
    NON fumo, non bevo alcolici, non bevo caffè, MAI mangiato cose piccanti -

    Mi scusi tanto, ma non è proprio possibile che il mio intestino si sia sensibilizzato troppo? Sarà un caso, ma ogni volta che mangio qualcosa di diverso dal solito (pomodori, verdure fritte, insalate varie ecc) il disturbo si ripresenta.
    Come si è acuito tantissimo quando ho preso il TARDIFER compresse ( per combattere l'anemia ed il ferro basso) oppure quando facevo delle punture di SAMIR.
    Aspetto con ansia una Sua risposta - Grazie





  10. #10
    Indice di partecipazione al sito: 249 Medico specialista in: Gastroenterologia e endoscopia digestiva

    Risponde dal
    2012
    Ovviamente, comprenderà che non conoscendola di persona (e non potendola vistare) posso solo dare delle impressioni.
    Continuo a pensare che la supposta (solo 500 mg?) mi sembra poco.
    Tuttavia non le posso dire di più.
    Il ferro per os è spesso "fastidioso".
    Per il resto direi che va bene!


    MARCO BACOSI MD PhD
    Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
    Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

  11. #11
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2008
    Buon giorno dottore
    nella mia ultima comunicazione del del 19 gennaio u.s. le comunicavo che stavo prendendo questi medicinali:
    TRIADE H bustine - a mezzogiorno dopo il pasto
    ASACOL 500 mg supposte - la sera prima di coricarmi
    PSYLLOGEL MEGAFERMENTI - 1 bustina alla sera prima di coricarmi

    Tutto sembrava procedere bene quando, dopo avere assunto per 6 giorni le supposte di ASACOL 500mg, mi sono svegliato a metà nottata accusando forti dolori intestinali che mi hanno costretto a correre in bagno. Conseguenza: forte scarica di gas accompagnata da feci liquide, abbondante sangue rosso vivo e muco rossastro. Dopo circa 1 ora ho avuto le stesse manifestazioni, questa volta però più deboli, poi è passato tutto. Di giorno nessuna manifestazione. Questo è capitato per 2 notti consecutive e per 2 volte a notte.
    Ho subito avvisato il mio medico curante che mi ha detto di sospendere subito le supposte di ASACOL 500 in quanto probabilmente mi procuravano forti effetti collaterali. In sostituzione mi ha prescritto il CLIPPER Beclometasone Dipropionato 3mg/60ml sospensione rettale - 1 clisma la sera prima di coricarmi.
    Dopo questo cambio non ho più avuto i problemi che mi aveva dato l' Asacol 500. Per ora sembra che la cura ( Triade H + Clipper + Psyllogel ) faccia effetto perché passano anche 5 / 6 giorni senza alcun disturbo intestinale. Speriamo in bene!!!!

    In base a quanto scritto Le chiedo:
    -- Con quest'ultimo abbinamento di medicinali e col tempo, spariranno i disturbi??
    -- Ho notato troppa corrispondenza tra l'eccessiva formazione di gas intestinali e le perdite di sangue vivo, feci liquide e muco. Esiste una dieta particolare da seguire per evitare la formazione dei gas e le relative perdite??

    --Ho fatto esami del sangue ( emocromo e sideremia ) i cui risultati le trascrivo ( indico solo i valori alterati, gli altri sono tutti nella norma )
    Neutrofili 75,30 su 40 / 70
    Linfociti 10,10% su 20.5 / 45,5
    Linfociti 0,50 su 1,3 / 2,9
    Globuli rossi 2,47 su 4,7 / 6,1
    Emoglobina 6,16 su 14 / 18
    Ematocrito 19,99 su 42 / 52
    Contenuto medio emoglobina MHC 24,98 su 32 / 36
    Sideremia 17,60 su 60 / 160
    Commenti: Anemia - Ipocromia - Linfopenia - Contattare il medico per anemia grave.

    In conseguenza di ciò ho già avuto una trasfusione di sangue ( 2 sacche da 260 ca) e la prossima trasfusione mi sarà fatta il 19 c.mese.

    Per cortesia può rispondere alle mie domande e darmi un suo autorevole parere sulla mia anemia?
    Scusi se mi sono dilungato e grazie in anticipo per l'attenzione prestata




















  12. #12
    Indice di partecipazione al sito: 249 Medico specialista in: Gastroenterologia e endoscopia digestiva

    Risponde dal
    2012
    Credo che il problema sia dato dall'estensione della malattia (cm di intestino infiammati).
    Per tale motivo insistevo sul l'utilizzo dei clismi!
    Il cortisonico funziona meglio anche perché è sotto forma di clisms!


    MARCO BACOSI MD PhD
    Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
    Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

  13. #13
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2008
    Buon giorno Dr. Bacosi
    Grazie per le sue risposte sempre sollecite.
    Per tranquillizzarmi Le faccio alcune domande alle quali spero mi possa rispondere dettagliatamente - Grazie -

    Essendo un cortisonico, per quanto tempo debbo prendere il Clipper clisma?
    Essendo un cortisonico, mi darà gli effetti collaterali che provoca il cortisone?
    Dopo un periodo di cura col Clipper clisma debbo fare dei cicli di mantenimento?
    Se si ogni quanto tempo?

    Ancora un grazie per le risposte che mi darà e ...mi scusi se Le faccio molte domande, spero mi capisca

    Cordiali saluti



  14. #14
    Indice di partecipazione al sito: 249 Medico specialista in: Gastroenterologia e endoscopia digestiva

    Risponde dal
    2012
    La capisco, però non posso rispondere a tutte le sue domande (non potendola visitare).
    Il beclometasone dipropionato non è un corticosteroide che da grossi effetti sistemici (sopratutto se assunto per via locale).
    Tuttavia è bene non fare cicli più lunghi di un mese.
    La cosa migliore è fare un periodo di terapia con il cortisonico e poi continuare con clismi di 5-ASA (e non suposte).
    per la durata non posso dirle nulla (si basa su grado ed estensione dell'infiammazione).
    Cordialmente!


    MARCO BACOSI MD PhD
    Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
    Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

  15. #15
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2008
    Buon giorno Dr Bacosi - Aggiorno la mia situazione dopo le mie precedenti richieste e le sue pronte risposte ( ultima del 18-2-13 ). Disturbo: Proctite attinica ed emorroidi congeste post radiazione pelvica ( 2011 ) preceduta da prostatectomia totale per carcinoma ( 2010 ) - Effetti: Forti rettoraggie - Dal febbraio 2013 ho già avuto 6 trasfusioni e fatto 2 applicazioni .con Nd YAG Laser (2027 Joules a 30 Watt in modalità pulsata 0,5 sec.
    Ora la situazione è migliorata, prima abbondanti rettoraggie ogni 2/3 giorni, oggi ogni 5/6 giorni ma in quantità assai ridotta. Continuo il trattamento con Triade H buste 1/die/post pranzo mezzodì - Psyllogel buste 1/die post cena - Segue Asacol sospens.rettale 2g/50ml/prima di coricarmi e 1 supposta Asacol 500mg al mattino.
    Emoglobina è salita da 5.9 a 8.
    Prossima trasfusione il 7/5 - prossimo laser il 6/6 -
    Fortunatamente il mio fisico si è abituato alla mesalazina che ora non mi da più alcun fastidio, la tollero benissimo.
    Il medico che mi fa il Laser esige il prosieguo del trattamento di cui sopra perché afferma che Laser+Mesalazina è l'unico sistema per curare ed eliminare i disturbi e le perdite di sangue.
    Purtroppo debbo constatare che sarà una cura molto lunga e mi debbo abituare a convivere con perdite ematiche, pannoloni, supposte, clismi ecc.
    Dott. Bacosi, cosa ne dice di questa cura?? E' idonea?? Riuscirò a venirne fuori??
    Perchè queste perdite avvengono prevalentemente in presenza di gas intestinali???
    Cerco di limitarli prendendo 2 volte al giorno compresse di carbone vegetale/Milicon gas e similari, ma i risultati sono scarsi. Esiste un prodotto più efficace ??????? -
    Mi scusi per le troppe domande fatte; un ringraziamento anticipato per la sua competente risposta che mi darà



  16. #16
    Indice di partecipazione al sito: 249 Medico specialista in: Gastroenterologia e endoscopia digestiva

    Risponde dal
    2012
    Gentile Utente, esistono moltissimi schemi di terapia per la colite post-attinica.
    Purtroppo nessuno di essi si è rivelato risolutivo.
    Quello che Lei sta seguendo è uno dei trattamenti con maggiore percentuale di risposte positive.
    Cordialmente!


    MARCO BACOSI MD PhD
    Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
    Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

  17. #17
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2008
    Grazie Dr Bacosi per la sua sollecita risposta.
    Gradirei però, se possibile, un suo parere in merito all'ultima parte della mia precedente domanda e cioè:
    La maggior parte delle mie perdite intestinali di sangue ( ora fortunatamente di minore intensità ) avvengono in presenza di forti quantità di aria/gas intestinali. Cioè sento una improvvisa ed incontenibile necessità di defecare, mi reco in bagno ed assieme alle feci, solitamente di consistenza normale al massimo molli, ma mai diarroiche, esce sempre sangue rosso vivo saltuariamente con piccoli coaguli.
    Quando invece sento solo il bisogno di defecare, ma non è presente l'aria/gas, le feci sono di consistenza normale al massimo molli e di colore normale, ma non è mai presente il sangue.
    In entrambi i casi il dolore non è mai presente -
    Come già detto assumo 2 compresse al giorno di carbone vegetale tipo Milicon Gas e similari, ma con scarsi risultati.
    Mi scusi, mi può chiarire perché si forma questo stramaledetto gas e come posso fare per eliminarlo o ridurlo al massimo ??????
    Ancora grazie per la sua risposta.
    Cordiali saluti



  18. #18
    Indice di partecipazione al sito: 249 Medico specialista in: Gastroenterologia e endoscopia digestiva

    Risponde dal
    2012
    Provi ad assumere fermenti lattici per cicli di 3 - 4 settimane!



    MARCO BACOSI MD PhD
    Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
    Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

  19. #19
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2008
    Buon giorno Dr Bacosi
    E' dal 3/5 u.s. che non ci sentiamo. Ho aspettato a scriverle perché volevo vedere l'evoluzione del disturbo che così riassumo: - Ho già fatto 13 trasfusioni di sangue ma il valore di emoglobina non aumenta, oscilla tra 6 e 8 perché dopo ogni trasfusione, fatta al mattino, verso sera ho sistematicamente 4/5 episodi di rettoraggia, SOLO SANGUE, che ovviamente abbassano il valore emoglobinico. Mi sento come un colabrodo.
    Ho già fatto 4 trattamenti Laser ed il medico che mi fa il trattamento dice che sto migliorando, sia pur lentamente. Ho visto anch'io il monitor durante il trattamento e debbo dire che la proctite attinica sembra si sia ridotta di dimensioni e le zone già trattate sono in fase di epitelizzazione (spero il termine sia giusto), cioè si stanno coprendo di una patina biancastra. Sembra che ciò derivi sia dal trattamento Laser sia dalla cura che è stata modificata come segue:
    ---2 supposte di TOPSTER 3mg suddivise tra il mattino presto ed il pomeriggio tardi
    ---2 compresse di NEDEMAX dopo colazione e cena, in sostituzione del Triade H considerato troppo leggero per rafforzare le vene
    ---2 compresse di ASACOL 800 mg gastroresistenti a metà mattina e pomeriggio
    ---1 compressa dopo pranzo di SIDERAL FORTE per riequilibrare il ferro
    ---1 supposta di ASACOL 500 mg la sera prima di coricarmi.
    ---Enterogermina o Codex compresse, al bisogno
    Per 2/3 giorni le feci sono di consistenza e colore normali e non ci sono perdite, poi all'improvviso. in un giorno, ho 3/4 episodi, distanziati fra loro di circa 1 ora, di perdite di feci molto molto liquide miste a sangue e coaguli. Poi passa e tutto torna normale per altri 2/3 giorni.
    MI SCUSI DOTTORE MA NON NE POSSO PIU' - MI PUO' AIUTARE??
    Se mi dicono che la Proctite attinica va migliorando, qual'è la ragione di queste feci liquide sanginose, considerando che sto molto attento nel mangiare - Riso in bianco, niente roba fritta o piccante, carne di vitello ai ferri, patate o carote ecc.
    Mi scusi ancora se mi sono dilungato, ma non so più cosa fare - MI PUO' AIUTARE? - Grazie






  20. #20
    Indice di partecipazione al sito: 249 Medico specialista in: Gastroenterologia e endoscopia digestiva

    Risponde dal
    2012
    Gentile amico, tutto l'aiuto che potevo darle a distanza l'ho dato!
    la terapia, sebbene articolata, mi sembra corretta!

    Purtroppo le coliti/proctiti attiniche sono patologie indolenti e non sempre rispondono im modo pronto e, sopratutto, duraturo!
    Mi spiace ma più di questo non posso dirle!


    MARCO BACOSI MD PhD
    Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
    Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

  21. #21
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2008
    Buon giorno Dr Bacosi. Le aggiorno la mia situazione ad oggi - Bologna 24 giugno 2014.
    Le perdite rettali di sangue avvengono ora sempre ogni 2/3 giorni e sono composte da coaguli rosso scuro in quantità variabile ( mai però in quantità eccessiva ) ma sempre accompagnati da sangue rosso vivo. L'effetto dura in genere per 4/5 manifestazioni, poi torna tutto normale ( senza perdite e con feci formate e molli ) e mi sento bene. Le perdite ricominciano dopo 2/3 giorni e ricado nuovamente in crisi, non ho mai fatto un periodo " tranquillo " più lungo -
    In totale ho già fatto 12 trattamenti ND YAG LASER ( in media ogni 30 giorni ); il medico dice che le angiectasie vanno meglio e sono diminuite, ma io continuo ad avere ugualmente perdite ogni 2/3 gg.
    ATTUALMENTE LA CURA E' LA SEGUENTE: Ho terminato un periodo di 60 gg di assunzione di TOPSTER SUPPOSTE, che prendevo solo al mattino - ASACOL 800 COMPRESSE 2 al giorno – 1+1 - lontano dai pasti - ASACOL 500 supposte, 1+1 al giorno - mezzogiorno e sera - SIDERAL FORTE, 1 compressa al giorno - ENTEROGERMINA al bisogno - 4 compresse al giorno 2+2 - di carbone vegetale per ridurre l'aria e la fermentazione intestinale - Ho terminato anche 2 cicli di NORMIX - 3 compresse al giorno per 8 giorni, poi riposo
    Il medico che il fa il trattamento ND YAG LASER mi dice che debbo assolutamente seguire questa cura ed afferma inoltre di preferire le supposte perché tutti il clismi, schiume o perette rettali, secondo lui, con la cannula finiscono con l'irritare il retto. Detto medico avrebbe anche proposto, per fare riposare l'intestino, di sottopormi a COLOSTOMIA per un tempo determinato, poi si sarebbe ripristinato il tutto.
    Non assolutamente propenso a questa COLOSTOMIA, scomoda e psicologicamente devastante soprattutto per il cambio quasi quotidiano del sacchettino. NO - NO - NO
    Sono partito nel 2013 con 5 di emoglobina e con trasfusioni di sangue, 2 sacche, ogni 15 giorni. Ora l'emoglobina è salita a 8 di media, con trasfusioni settimanali di 1 sacca. Come detto, le perdite persistono.
    Cosa ne dice, Dr Bacosi? Secondo Lei, la cura attuale è adatta ?? - Cosa mi può consigliare ?? - Cosa ne dice della COLOSTOMIA ??
    Non ne posso più di usare il pannolone tutti i giorni, anche perchè le perdite sono sempre improvvise ed impreviste
    Forse mi sono ripetuto in alcune cose e mi scuso.
    Attendo una Sua risposta con fiducia – Grazie -




  22. #22
    Indice di partecipazione al sito: 249 Medico specialista in: Gastroenterologia e endoscopia digestiva

    Risponde dal
    2012
    La terapia adeguata è quella prescritta da chi ha il quadro clinico ben presente!
    Se le è stata consigliata una colostomia provvisoria, evidentemente, il Collega curante ne avrà ravvisato la necessità!
    Ne discuta con Lui / Lei serenamente!


    MARCO BACOSI MD PhD
    Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
    Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia


Discussioni Simili

  1. Tosse con tracce di sangue
    in Radioterapia
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 20/05/2011, 21:23
  2. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 20/10/2008, 21:18
ultima modifica:  16/07/2014 - 0,20        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896