Utente 274XXX
Buonasera, ho una cicatrice post operatoria (asportazione cisti epiteliale) latero cervicale destra di circa 10 cm leggermente diastasata e rialzata nella parte inferiore. Sempre nella parte inferiore presenta un discreto infossamento, che mi hanno detto naturale dopo un intervento di asportazione di una grossa cisti interna , poichè viene anche tolto il grasso corporeo presente sotto la pelle. Ora, essendo passati 7 anni, e non avendo visto nessun miglioramento sono andato da un chirurgo estetico privato che mi ha proposto una exeresi della cicatrice con sutura estetica e un lipofilling per l'infossamento. Ho poi consultato un chirurgo plastico di un ospedale, che mi ha detto che lui non si farebbe mai iniettare del grasso nel collo, essendo una zona un po' "particolare". Ora passo alle domande che volevo porvi: quali problemi potrebbe creare un lipofiller (o un filler) nel collo? E' rischioso?! In alternativa ho sentito parlare della lisi percutanea delle aderenze, sarebbe fattibile nel mio caso? Ultima domanda , tutte queste operzioni chirugiche consigliate di farle in sala operatoria o va bene anche l'ambulatorio privato (una casa) di una chirurgo estetico? Grazie a chi mi vorrà rispondere e saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Salvatore Carlucci
24% attività
4% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2011
Gentile utente,
Visti i caratteri misti della sua cicatrice (diastasi, ipertrofia, infossamento) e visto il tempo trascorso, probabilmente la revisione chirurgica è la soluzione migliore per renderla meno visibile. L'utilità e la sicurezza del lipofilling vanno necessariamente valutate con un esame obiettivo. In ogni caso l'intervento dev'essere eseguito almeno in un ambulatorio chirurgico.
[#2] dopo  
Dr. Daniele Bollero
44% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Anche io opto per la revisione chirurgica in prima battuta, anche perché l'infossamento dovrebbe venire corretto mediante sutura per piani.
Riguardo a dove fare l'intervento, la Regione Piemonte è molto chiara...in sale operatorie autorizzate...cioè dove vi sono tutti i requisiti di sterilità e sicurezza. Che vi possano essere strutture non in regola è possibile...ma qui entriamo nel capitolo costi...l'appeal di molti ambulatorietti è derivante dai costi ridotti rispetto ad una clinica...ma a discapito della sicurezza.
Saluti
[#3] dopo  
Utente 274XXX

Iscritto dal 2012
Grazie Dottori per le celeri risposte; vedendo l'unanimità della risposta opterei per una revisione chirurgica. A tal proposito volevo capire se questa revisione consiste nella riapertura completa e profonda della cicatrice e se quindi necessita di un anestesia totale. Grazie ancora
[#4] dopo  
Dr. Daniele Bollero
44% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Qui entriamo nello specifico dove è difficile rispondere senza una valutazione diretta. In linea generale opterei per anestesia locale con eventuale blanda sedazione. L'escissione comprende tutta la cicatrice superficiale con scollamento dei bordi e risutura estetica.
Saluti
[#5] dopo  
Utente 274XXX

Iscritto dal 2012
Grazie per la precisione delle risposte. Saluti