Utente 241XXX
Buonasera, vi espongo brevemente la mia vicenda per poter avere un aiuto in quanto sono molto preoccupato. In data 20.10.2012 mi sono recato al PS per una colica renale. Mi hanno fatto esami del sangue dai quali sono emersi questi valori:
CREATININA 1.78 (0.64 - 1.27)
SODIO 137 (135 - 148)
POTASSIO 4.1 (3.5 - 5.3)
CLORO 103 (94 - 113)
ES. EMOCROMOCITOMETRICO Tutti valori nel range tranne che per i globuli bianchi 11.51 (4.3 - 10.4).
Richiesto un consulto all'Urologo direttamente in PS (sono una persona molto ansiosa) mi tranquillizza dicendomi che in seguito a una colica renale è normale la creatinina più alta. Mi conferma la presenza di un calcolo nell'uretere e mi consiglia di fare ulteriori analisi prima di effettuare Urografia endovenosa.
Mercoledi ho effettutato il prelievo e adesso ho appensa ritirato le analisi prescrittemi dall'Urologo e tutto è nel renge tranne che per il POTASSIO che è a 5.6 valori di riferimento (3.5 - 5.0). Ho letto su Internet che è molto pericoloso questo valore per il cuore e sinceramente non sò che cosa fare. Tutti gli altri valori sono perfetti. La Creatinina perfetta. Azotemia perfetta. Sodio perfetto. Cloro perfetto. Sono nel panico totale e non riesco a capire il Potassio analizzato al PS perfetto...dopo 15 giorni altissimo.....vi chiedo cortesemente un indicazione su come procedere. Devo ritornare al Pronto Soccorso? Sono in pericolo? Cosa devo fare? grazie.....

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Guardi , i valori di piotasemia che lei riporta non sono assolutamente preoccupanti. E' importante sapere se lei stia assumendo farmaci, e condfermare il dato di creatinina e potassemia tra una settimana circa.
Ma si tranquillizzi
cordialita'
[#2] dopo  
Utente 241XXX

Iscritto dal 2012
Gent.mo Dr. Cecchini, la ringrazio per la risposta celerissima. Dopo la colica del 20 ottobre ho preso Spasmex 80 mg 3 volte die e OKI una bustina al giorno tuutto per 7 giorni. Ho avuto altre coliche durante questo periodo, ho assunto Voltaren 100 sia in pasticche che a iniezione (in totale ho avuto 5 coliche di cui 4 alleviate dal Voltaren). Da 3 anni assumno Zoloft 50 mg al giorno per problemi di tipo ansioso depressivo. Bevo già da tempo circa due litri e mezzo di acqua Fiuggi al giorno. Questi sono gli unici farmaci. Il rene nella visita urologica è stato trovato leggermente dilatato e lunedi farò Urografia endovenosa in Ospedale e se prima ero terrorizzato già dall'esame che dicono sia pericoloso, con queste analisi non penso proprio che ce la farò. Cmq la ringrazio molto per la risposta.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La urografia è una banalità, non drammatizzi.....
Mi pare che la sua quota ansiosa si faccia molto sentire.
In definitiva ha avuto una colica renale, mica un tumore cerebrale