Utente 243XXX
Buon giorno gentili Dottori,oggi ho letto un articolo che mi ha lasciato semplicemente alibito,senza parole.Non so se questo sia il posto giusto,ma credo di sì.Ho appena letto su un altro Forum che l'ESERINA (fisostigmina salicilato) con un decreto del Ministero della Salute di quest'estate (3 agosto 2012) ho tolto dal commercio questo importante e storico antidoto contro le intossicazioni da piante o farmaci ad azione anticolinergica centrale.Trovandolo assurdo volevo chiedere solo la conferma se ciò è vero.E possibili chiarimenti anche a riguardo di come si comporteranno medicina d'urgenza e Centro Antiveleni se si dovesse trovar di fronte ad un caso di intossicazione involontaria da Solanacee o da farmaci parasimaticolitici o anticolinergici.Grazie.Tralasciando le disgraziate assunzioni volontarie,è' successo che bambini ma anche adulti abbiano scambiato le bacche della Atropa belladonna per il buon mirtillo,due signore hanno scambiato lo stramonio per comuni spinaci,una bambina di 4 anni avevo letto aveva ingerito 4 pillole di un potente antipsicotico che prendeva il fratello,è stata salvata con boli di fisostigmina,se un domani un mio figlio dovesse intercorre in uno di questi incidenti cosa succederà?Io mi sento un po' tolto del mio diritto della sicurezza della salute non tutelato,la fisostigmina era l'unico colinergico indiretto reversibile capace di risolvere casi come questi,velenosa come sostanza risolveva comunque il 97% di intossicazioni anticolinergiche e 97% sono meglio che 0 %.
Ora?Sperando in una vostra gentile riposta vi ringrazio dell'attenzione.Saluti.
[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
gentile utente
come ha fatto notare,giustamente, lei al riguardo la situazione non è molto chiara, al momento a disposizione fra gli inibitori delle colinesterasi c'è la piridostigmina
[#2] dopo  
243014

dal 2012
Grazie gentile dottore,per la cortesia e la gentilezza della risposta,ho già provveduto ad ulteriori chiarimenti e se leggevo attentamente il comunicato non era necessaria neppure la mia domanda,quindi chiedo scusa del mio errore.Conosco la piridostigmina (mi sembra conosciuta col nome di neostigmina),ma l'eserina è l'unico colinegico indiretto reversibile capace di oltrapassare la barriera emato-encefalica del cervello,e a porre fine in maniera DEFINITIVA all'intossicazione da agenti con azione anticolinergica centrale (esclusi mi sembra gli antidepressivi triciclici).Si trattava di un problema di sterilizzazione del prodotto,non conforme con le norme vigenti della Farmacopea,non di pericolosità del principio attivo come sono stato assicurato.Comunque il prodotto è stato momentaneamente tolto dal mercato per ritornarci presumibilmente per il giugno/luglio dell'anno prossimo.Nel frattempo i nostri ospedali si sono forniti di specialità medicinali estere.
Quindi a quanto sembra tutto ok,le porgo di nuovo i miei cordiali saluti e la ringrazio per l'interessamento.
Grazie e arrivederci.