Utente 637XXX
Buon giorno
Ho un bambino di 3 anni cui gli è stato diagnosticato 2 anni fa un testicolo ritenuto
D' allora siamo andati ogni anno a fare il controllo però purtroppo il testicolo non e ancora sceso

Mi hanno già avvertita all' ultima visita eseguita l' anno scorso che se quest' anno non e tornato al suo posto, gli eseguiranno un intervento.
Volevo sapere che tipo d' intervento si fa e quanto dura e se 3 anni e l' eta giusta per farlo
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi
48% attività
0% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
non ci dice se il testicolo è ritenuto in addome oppure è in viaggio nel canale inguinale, e non ci dice se il piccolo ha già provato la terapia con gonadorelina, in spray nasale almeno per 4 settimane, prima di affidarlo al chirurgo. Se non ha ancora tentato questa terapia, credo sia il caso di intraprenderla.

Il tipo di intervento è in relazione al tipo di criptorchidismo, ossia alle sue cause che possono essere malformative, genetiche, anatomiche; per queste ultime cause ci possono essere elementi funicolari troppo corti, inserzioni anomale delle guaine che tengono il testicolo, ristrettezza del canale in cui il testicolo deve incamminarsi ecc..

Il criptorchidismo endoaddominale si opera precocemente, quello col testicolo "in viaggio" verso la sua sede, dopo i due anni. Il tipo di intervento che adotteranno le sarà descritto ampiamente e spiegato dai Colleghi che, se, lo opereranno. Le faccio tanti auguri.

Cordiali saluti
Agnesina Pozzi
[#2] dopo  
Utente 637XXX

Iscritto dal 2008
Grazie Dr.ssa.
Le invio esattamente quello che c'è scritto nel referto medico del 20.08.2007:
"Testicolo dx alla radice scrotale ,riportato nello scroto risale rapidamente"
Voglio aggiungere anche che non gli hanno mai prescritta nessun tipo di cura.
Che cos'è , gentilmente, la terapia con GONADORELINA?
Ma e possibile sottoporlo direttamente a un interv chirurgico senza fargli fare questo tipo di cura in precedente?
Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi
48% attività
0% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
E' un testicolo cosiddetto "in ascensore" o "ballerino" e la sua posizione ci dice che la situazione non è grave perchè il testicolo non è ritenuto in sede alta o addirittura nell'addome, e che con molta probabilità nel corso dello svilupo scenderà nello scroto da solo. Come ci si comporta per valutare bene questa possibilità?
Bisogna innanzitutto osservare il bambino a casa e in piedi; spesso nel corso della visita pediatrica non sono ottimali, basta una contrazione di un muscolo che si chiama cremastere per far risalire il testicolo.
Bisogna insomma valutare con tranquillità se il testicolo scende temporaneamente da solo nello scroto e quanto tempo ci resta rispetto al tempo che ne sta appena al di sopra.
La terapia ormonale è adottata per due cicli in questi casi per agevolare la discesa nella sede. La sostanza è un ormone sintetico simile all' LHRH, che è un ormone ipotalamico che influisce su altri ormoni secreti invece dall'ipofisi. Il trattamento di fa intorno ai due anni di età e non oltre i tre e sebbene l'intervento a quel livello non sia pesante è pur sempre un intervento e se si può evitare tanto meglio; Avrebbero già dovuto tentare la terapia intorno ai due anni.
In quella posizione, ossia già prossimo ad entrare nello scroto e comunque riducibile nello stesso, nella maggior parte dei casi, con la pubertà se ne va da solo nella sua sede anatomica e i pareri sull'opportunità dell'intervento sono contrastanti. Provi a postare la stessa richiesta di consulto in un altro settore di questo sito, in endocrinologia ed urologia e veda cosa ne pensano gli altri specialisti.

Cordiali saluti
Agnesina Pozzi


[#4] dopo  
Utente 637XXX

Iscritto dal 2008
Salve dr.ssa. Sempre io.Oggi siamo stati dal chirurgo. ha programmato mio figlio per l'intervento il 19 giugno.DAY HOSPITAL. Vorrei sapere,gentilmente , come sarà dopo l'intervento? Sentirà dolori per molti giorni? Gli daranno dei calmanti?
Grazie mille
[#5] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi
48% attività
0% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Ma si non preoccupatevi...nei reparti pediatrici ci sono colleghi che non sopporterebbero vedere un bambino soffrire. Stia tranquillo che gli sarà dato tutto il necessario sia in attenzione che in terapie per eventuali dolori. Naualmente un pò di dolore per qualche giorno ci sarà ma niente di insopportabile o di non trattabile.

Auguri
Agnesina Pozzi