Utente 176XXX
Buongiorno,
mia Mamma di 60 anni, non fuma, non beve, cammina regolarmente, in seguito a 2 sincopi (Nov 2011–Giug 2012), si è sottoposta ad accertamenti. Negli ultimi 8 mesi si è regolarmente misurata la pressione: faceva settimane con pressione giusta 120/130 di max e 65/70 di min, alcuni giorni con valori di 150/80 e in 2 casi la pressione è schizzata a 194/198 di massima e 85/90 di minima (siamo andati al P.S.). Quando si sente la pressione alta o ansiosa prende gocce di Lexotan. Si è sottoposta ai seguenti esami:
Esami SANGUE: nella norma (fatti anche al P.S.);
ECG (4 in pochi mesi): nella norma;
ECO CARDIO (2 volte) : nella norma, tranne un leggera ipertrofia ventricolare sx;
Holter Cardiaco: nella norma; Holter pressorio: nella norma;
Tilt Test: Negativo;
Doppler TSA: nella norma;
Eco Doppler transcranico: nella norma;
Ciclo ergometro: Test concluso per esaurimento muscolare. ECG: regolare, Pressione: severa ipertensione sistolica da sforzo (il cardiologo ha considerato i valori normali);
ECLIPSE ABR VEMPS: si nota una leggera sofferenza in un orecchio;
RM encefalo: si notano piccoli focolai iperintensi nelle sequenze FLAIR, riferibili ad esiti gliotici micro-infartuali sono evidenti nella sostanza bianca emisferica, soprattutto a sx, in sede sottocorticale; il reperto è di frequente riscontro nella fascia d’età del paziente (secondo il cardiologo e neurologa sono “un po’ più del normale”); Visita neurologica: tutto bene;
RM CERVICALE: Alterazioni artrosiche sono testimoniate dall’appuntimento dei profili antero-laterali-posteriori e dalla presenza di piccole produzione osteofitosiche marginali piu evidente a carico di C4, C5, C6 e C7. Ridotti gli spazi intersomatici compresi tra C4 e C7 con sclerosi delle limitanti ossea affrontate. I dischi corrispondenti presentano discreti focolai di caduta del segnale da fatti degenerativo-disidratativi. Al passaggio C4-C5, C5-C6 e C6-C7 il disco intersomatico presenta iniziale minima protrusione circonferenziale con conflitto disco-osteofitosico sullo spazio liquorale perimidollare anteriore ma non sul midollo spnale. Coesiste iniziale coinvolgimento del canale radicolare bilateralmente.
Sta’ aspettando di fare RM morfologica al cuore. Il cardiologo le ha ordinato Dilatrend da 25x1 al gg, però il medico di famiglia (anche lui cardiologo) le ha ordinato Dilatrend da 6,25 x 2 volte al gg, per poi pian piano arrivare a 25. Ha cominciato ieri la terapia, quando si è alzata aveva 150/78, alle 8.00 ha preso pastiglia e verso mezzogiorno aveva 113/66, alle 18.30 aveva 198/94, inoltre si sentiva faccia parte sx, braccio e gamba sx freddi/indolenziti/informicolati. Siamo andati al P.S.: ECG - Esami sangue - visita neurologica nella norma. I Dottori sostengono che con tutti gli esami che ha fatto, non deve preoccuparsi, l’ipertensione sarà dovuta a stati emotivi e l’indolenzimento della parte sx del corpo sarà la cervicale.
Non sappiamo più cos’altro fare e a chi rivolgerci. Consigli?
Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
L'ipertensione sistolica risponde poco al beta bloccante (Dilatrend in questo caso); anzi, bradicardizzando la paziente la pressione sistolica tende ad aumentare.
In questi casi e' opportuno impiegare ACE inibitori o calcio antagonisti.
Tra l'altro non vedo necessita' di una risonanza cardiaca
Ne parli con il suo cardiologo
arrivederci
[#2] dopo  
Utente 176XXX

Iscritto dal 2010
Buongiorno Dottore,

la ringrazio per la gentile risposta.
Abbiamo contattato il cardiologo, il quale ci ha detto che la pressione si é alzata perché "non era coperta" dal farmaco, quindi di prendere Dilatrend 12,5 mattina e sera come da lui ordinato (o una compressa da 25 mattina).
Abbiamo deciso in accordi con il medico di famiglia di procedere per gradi e ieri mia Mamma ha preso una compressa da 6,25 la mattina (anche se la pressione appena alzata dal letto era giusta) e una la sera. Dopo pranzo aveva 160 di massima, poi é andata a camminare e una volta tornata a casa ha rimisurato le pressione ed era tornata su valori normali a 140, la minima supera raramente gli 80.
Stamattina dopo colazione ha preso la pastiglia da 6,25 (appena alzata aveva 123/77). Oggi prima di pranzo, la pressione era abbastanza alta 160/78, ha messo 4 gocce di Lexotan sotto la lingua e dopo un'ora era tornata a valori normali 126/76.
A dire il vero ci sentiamo un pò indecisi, non sappiamo cosa fare. Un innalzamento solo dell pressione sistolica da cosa può essere causata? Con tutti gli esami che ha effettuato (tutti che vanno bene) non riusciamo proprio a capire quale possa essere la causa, anche perché fortunatamente la minima é quasi sempre giusta. Lei può avere per settimane e settimane la pressione giusta, poi fare dei giorni con valori sballati. Mia Mamma é molto emotiva, si pernde le cose molto a cuore e a volte si infufa facilmente. La cause di questa ipertensione sistolica possono essere gli sbalzi di umore, le arrabbiatura i nervosismi? Ha fattto un periodo che era abbastanza sotto stress per vari motivi e non capiamo se può essere questa la causa.

Grazie.
Cordiali SAluti.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La causa e' quella che le ho scritto nel precedente post, che forse non ha letto con attenzione.
La bradicardia indotta dal beta bloccante puo far innalzare i valori di pressione sistolica (massima) : in questi pazienti occorre impiegare altri farmaci quali ACE inbitori e calcio antagonisti . Ne parli con il suo cardiologo)
[#4] dopo  
Utente 176XXX

Iscritto dal 2010
Ringrazio per la risposta.
Ho letto con attenzione la sua precedente risposta, ho capito che i beta bloccanti possono far innalzare i valori della pressione sistolica, però intendeveo quali possono essere le cause precdeneti che hanno creato questa ipertensione sistolica ancora prima prendesse carvedilolo. Ha cominciato da 2 giorni a prendere queste pastiglie.
Allora dovremo cambiare cardiologo, perché ieri telefonicamente abbiamo esposto i nostri dubbi sulla cura, e lui sostiene di continuare e aumentare la dose fino a 25mg.

Lei consiglia quindi di interrompere e interpellare altro cardiologo?

Grazie.
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Esattamente.
Arrivederci
cecchini